facebook rss

Omicidio stradale a Porto Recanati,
dieci anni per Farah

Print Friendly, PDF & Email
Sentenza Farah, il padre del 47enne morto nell'incidente: «Che devo dire, mio figlio non c'è più»

 

di Gianluca Ginella

Farah oggi in tribunale

Duplice omicidio stradale a Porto Recanati, condannato a dieci  anni il 34enne Marouane Farah. La sentenza è stata decisa questo pomeriggio dai giudici del tribunale di Macerata. Il pm aveva chiesto 12 anni. Farah è accusato di aver causato la morte di Gianluca Carotti e Elisa Del Vicario avvenuta il 3 marzo scorso. La sentenza è arrivata dopo circa 4 ore. I giudici sono usciti intorno alle 19,40. Disposte anche diverse provvisionali per le parti offese. 

«Soddisfatti era quello che ipotizzavamo, dieci anni – dice l’avvocato Giuliano Natalucci che assiste 5 parti civili – Una pena alta, in abbreviato. Aspetto tecnico da valutare, vengono assorbite un paio di aggravanti. Ipotesi guida contromano e quella di colpa cosciente che sono state assorbite. Valuteremo e nel caso presenteremo appello».

A sinistra Laura Del Vicario, la sorella di Elisa

«Sicuramente abbiamo chiuso in parte un capitolo – commenta la sorella di Elisa, Laura Del Vicario – Ora ce ne sono tanti altri. Alcuni non si chiuderanno mai. Speravamo almeno in 10 anni, sotto ci saremmo davvero arrabbiati. Ci ha dato parecchio fastidio che abbia parlato in udienza. Specie per le scuse, finte».

«Possiamo dire che va bene, ma tanto… mio figlio e la sua compagna non ce l’abbiamo – ha detto il papà di Gianluca, Settimio Carotti – Dieci o dodici penso che non cambiava tanto. E’ stato fatto abbastanza in fretta, ma che devo dire? Che mio figlio non c’è più. Il dolore è tanto, per mio figlio, per la sua compagna. Non è normale che persone in quelle condizioni si mettano alla guida. Sono state distrutte 4 famiglie».

(Servizio in aggiornamento)

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X