facebook rss

Ospedale di Torrette, inaugurata
la prima sala ibrida di Aritmologia
per una chirurgia d’avanguardia

ANCONA - Lo spazio ipertecnologica permetterà di far ruotare i professionisti delle varie discipline attorno al paziente ed eviterà la mobilità passiva verso centri specilizzati del nord. Tre campioni del ciclismo, Diego Ulissi, Elia Viviani e Mario Cipollini sono stati operati nel complesso ospedaliero regionale
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della presentazione della prima Sala Ibrida di Aritmologia all’ospedale di Torrette

 

E’ stata presentata questa mattina nella sala “Totti” Ospedali Riuniti di Ancona, la prima sala ibrida di Aritmologia presso la Sod Clinica di Cardiologia e Aritmologia. «Un traguardo importante che, come conferma il direttore generale dell’Azienda Ospedali Riuniti di Ancona Michele Caporossi, rappresenta solo un primo step. La nostra rivoluzione “ibrida” – sottolinea Caporossi – prevede gradualmente l’allestimento di sale operatorie in grado di far ruotare i professionisti delle varie discipline attorno al paziente. La sala ipertecnologica di elettrofisiologia è stata realizzata in pieno periodo Covid e a tempo di record. Il nostro obiettivo è dare una risposta a tutti i cittadini della regione e della dorsale adriatica che tradizionalmente popolavano quella migrazione sanitaria a senso unico verso centri pubblici e privati del nord. La scelta di tanti sportivi professionisti di venire da noi, è la riprova che stiamo sulla giusta strada». All’incontro, a rappresentare il mondo dello sport, c’erano anche Roberto Corsetti, responsabile medico dei migliori team di ciclismo professionistico e i tre campioni del ciclismo recentemente operati ad Ancona: Diego Ulissi, miglior ciclista italiano nella stagione 2020, Elia Viviani, tra i migliori velocisti al mondo e Mario Cipollini, uno dei migliori velocisti della storia del ciclismocollegato da remoto.

«Quella che abbiamo inaugurato – spiega il prof. Antonio Dello Russo, direttore Sod Clinica di Cardiologia e Aritmologia – Ospedali Riuniti di Ancona – è una delle più belle e tecnologiche sale di elettrofisiologia italiana per la terapia elettrica di tutti i tipi di aritmie. La sala è dotata di tutti i sistemi di mappaggio 3D del cuore ed è dotata di un sistema di regia touch che consente la trasmissione in tutto il mondo delle procedure live tramite web. Questo permette anche la funzione di teaching in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche. Altra caratteristica, unica in Italia, la possibilità di diventare anche una sala ibrida della collaborazione con i cardiochirurghi». L’appuntamento questa mattina è stato partecipato oltre che da Caporossi e dal prof. Dello Russo, anche dal prof. Gian Luca Gregori, rettore Università Politecnica delle Marche e da Francesco Acquaroli, governatore delle Marche. Hanno inoltre presenziato Arturo Pasqualucci, direttore Sanitario- Ospedali Riuniti di Ancona; Antonello Maraldo, direttore amministrativo Ospedali Riuniti di Ancona; Gian Piero Perna, direttore Dipartimento Scienze Cardiovascolari; il prof. Marcello D’Errico, preside Facoltà di Medicina e Chirurgia Univpm; Cinzia Borgognoni, del Dipartimento Scienze Cardiovascolari; Massimiliano Romondia, coordinatore Emodinamica e Aritmologia; Angela Cedro, coordinatore – Clinica di Cardiologia – Cardiologia; Luca Gusella, ingegnere e direttore dei Lavori; Alberto Mari, dirigente Fisico – Fisica Sanitaria e Tommaso Bruè, ingegnere di Clinica.

(foto Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X