facebook rss

Giornata della Pace,
il meteo fa rinviare
l’incontro alla Caterpillar

JESI - Posticipata forse a sabato la manifestazione dell'Epifania, dedicata al lavoro, che si sarebbe dovuta tenere oggi pomeriggio. Domani mattina il sit-in di protesta dei lavoratori ad Ancona, davanti alla Prefettura
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

Le previsioni meteo avverse rendono necessario il rinvio dell’incontro fra Consulta per la Pace e lavoratori di Caterpillar di Jesi previsto per oggi alle 17 davanti ai cancelli dello stabilimento di via Roncaglia, con gli interventi anche di operai e rappresentanti sindacali intervallati dalla lettura di estratti del libro ‘La Simeide’ con l’autore Tullio Bugari e ‘Arci Voce’.

I lavoratori della Caterpillar in presidio (foto d’archivio)

«Sabato 8 gennaio la nuova possibile data della manifestazione» fa sapere il Comune di Jesi. La tradizionale iniziativa organizzata in occasione della Festa dell’Epifania dal Comune e della Consulta quest’anno è dedicata al lavoro. La battaglia sindacale perà non si ferma. Domani, 7 gennaio, alle ore 10, Fim-Cisl Fiom-Cgil e Uilm-Uil promuoveranno il sit-in di protesta sotto il Palazzo della Prefettura, in Piazza del Plebiscito ad Ancona (‘piazza del Papa’), «allo scopo di essere ricevuti dal Prefetto per chiedergli di intervenire sulla vertenza Caterpillar sulla quale a tutt’oggi non si ha avuto ancora riscontri di nessun genere» si legge nella nota sindacale. Nel pomeriggio dello stesso giorno, alle ore 15, al presidio permanente, presso i cancelli Caterpillar a Jesi, si svolgerà «un’assemblea sindacale che riguarderà tutti i lavoratori somministrati, con la presenza dei rappresentanti sindacali delle categorie interessate» conclude il comunicato.

I lavoratori della Caterpillar attendono ancora la convocazione al tavolo del Mise dopo l’annuncio della multinazionale statunitense, lo scorso 10 dicembre scorso, dell’avvio della procedura di mobilità che rischia di diventare operativa dal prossimo 24 febbraio prossimo, quando potrebbero partire i licenziamenti collettivi. Nei prossimi giorni i legali della Fiom Cgil dovrebbero depositare al Tribunale di Ancona, il ricorso per comportamento anti- sindacale dell’azienda. L’accoglimento dell’istanza potrebbe fermare la procedura di mobilità e cambiare i tempi della vertenza.

In parallelo alla vertenza Caterpillar, nei giorni scorsi per Jesi è arrivata invece una buona notizia. Il consiglio di amministrazione dell’Ente Interporto ha accettato all’unanimità la manifestazione d’interesse non vincolante con scadenza il 5 gennaio estesa da Dpa Dorica Trasporti e Amatori, e da Scannell general contractor di Amazon, il gigante dell’e-commerce, per dare il via a un insediamento logistico da oltre 60 mila mq.e circa 900 posti di lavoro alla Coppetella. Ora è necessario attendere la valutazione di impatto ambientale del Ministero competente e la variante urbanistica da votare in Consiglio comunale. «Questa notizia ci dimostra e conferma – ha dichiarato all’Ansa il presidente di Confindustria Ancona, Pierluigi Bocchini – che se si vogliono creare nuovi posti di lavoro e non perdere quelli esistenti occorre essere attrattivi come territorio e come Paese anziché sforzarsi per individuare orpelli legislativi anti-delocalizzazione per chi ha già deciso di andarsene. È dunque opportuno riflettere su serie politiche di incentivi per chi decide di investire e creare lavoro nel nostro territorio».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X