facebook rss

Allagamenti a Osimo Stazione,
il sindaco presenta il progetto risolutore

OSIMO - Ieri sera all'assemblea di quartiere Simone Pugnaloni ha illustrato il progetto di ampliamento delle condotte fognarie della frazione che costerà 3 931 000 euro
Print Friendly, PDF & Email

Sindaco Pugnaloni, assessori e tecnici ieri sera allì’assemblea di quartiere di Osimo Stazione

Si è parlato di regimazione delle acque, di prevenzione e sicurezza, ieri sera al consiglio di quartiere di Osimo Stazione. “Dopo la forte pioggia del 1 settembre i cittadini hanno richiesto di nuovo attenzione al problema acque meteoriche e fognatura. – commnenta il sindaco Simone Pugnaloni – L’impegno è entro breve di effettuare uno studio sul miglioramento dello scolo delle acque meteoriche attraverso l’aumento delle dimensioni delle catidoie ed un monitoraggio sulle fognature presenti sia all’incrocio tra via Oriolo e la Ss16 sia davanti il Bar Luca. Per ciò che concerne la prevenzione e la sicurezza l’altro impegno per monitorare il territorio della frazione più popolosa di Osimo è chiedere a tutte le forze dell’ordine di collaborare con la Polizia locale non solo per il problema sicurezza, ma anche per prevenire e suggerire azioni concrete in favore del fronteggiamento di eventi calamitosi”.

La statale 16 allagata dopo l’acquazzone dello scorso 1 settembre a Osimo Stazione

I cittadini presenti hanno anche sollecitato la pulizia delle caditoie e dei tombini. Simone Pugnaloni ha ricordato che sta prendendo corpo anche il progetto di ampliamento delle condotte fognarie della frazione Aspio, Statale 16 e Osimo Stazione. “Un progetto che prevede un intervento a servizio di una popolazione stimata, in termini di abitanti equivalenti, pari a circa 3 000 unita e si snoda lungo un tracciato caratterizzato da una lunghezza di oltre 5.700 metri. – ricorda il sindaco – Il progetto complessivo prevede di collettare le acque reflue provenienti dagli agglomerati urbani ubicati a nord del territorio del Comune di Osimo che attualmente non sono sottoposti ad alcun trattamento depurativo e quindi debbono essere adeguati. L’intero progetto definito è caratterizzato da un costo generale, comprese le somme a disposizione, di 3 931 000 euro”. Per ora è stato appaltato il 1° stralcio “che comprende – prosegue il primo cittadino di Osimo- la realizzazione di un impianto di sollevamento nel comparto commerciale–industriale di Via dell’Industria ad Osimo Stazione avente anche questo l’obiettivo di collettare a depurazione un’importante scarico di reflui fognari nel Torrente Scaricalasino. Si prevede per fine ottobre l’inizio lavori di un primo tratto del collettore per circa 1.5 milioni di euro che parte dal punto finale di recapito ubicato in localita Molino Bianchi a Osimo Stazione e arriva fino allo stabilimento “Aci-Farfisa” presente nella zona artigianale-industriale del Comune di Camerano lungo la Strada Statale 16”.

In questo 1° stralcio, oltre alla realizzazione del sollevamento di via dell’Industria è prevista anche la realizzazione di un ulteriore sollevamento denominato ‘Umani Ronchi’ in prossimità della medesima proprietà. Opera che risponde anche alle insidie in caso di calamità lungo il corso Scaricalasino. Tra il pubblico era seduta anche la consigliera comunale di minoranza Maria Grazia Mariani (gruppo misto) che alla notizia comunicata dal sindaco Pugnaloni dello stop regionale al progetto di regimazione idraulica dell’area Aspio-Scaricalasino ai confini con Osimo Stazione, approvato nel 2015 in consiglio comunale a Osimo, ha espresso perplessità. Ha chiesto a Simone Pugnaloni come mai “Osimo è rimasto in silenzio senza protestare dopo che il governo Pd regionale ha stoppato 6milioni di euro destinati al territorio osimano per opere atte a prevenire alluvioni. Non bastava l’ospedale” è stata la sua critica politica.

Allagamenti a Osimo Stazione, le Liste civiche: “Rispolverate il nostro progetto”

Acquazzoni e allagamenti, quando i social media amplificano la realtà

Temporale su Osimo Stazione, allagati la Statale 16, case e negozi (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X