facebook rss

Tela del Lotto rubata a Osimo,
il maggiore Grasso: “Si può ritrovare”

IL COMANDANTE del Nucleo Carabinieri tutela del patrimonio culturale di Ancona è fiducioso sulla possibilità di rintracciare il dipinto della Madonna trafugato in città nel 1911 attraverso le verifiche incrociate con le banche dati. "Se è finita tra le opere in un'asta lo individueremo. Per ora abbiamo trovato la denuncia di furto presentata al tempo e abbiamo inserito la scheda dell'opera nell'archivio" ha spiegato al convegno organizzato oggi pomeriggio al teatro La Nuova Fenice
venerdì 14 Dicembre 2018 - Ore 18:57
Print Friendly, PDF & Email

Il maggiore Carmelo Grasso, oggi pomeriggio al teatro La Nuova Fenice di Osimo per il convegno sulla tela rubata di Lorenzo Lotto

Si è ripercorsa la storia della “Madonna con il Bambino e gli angeli” del Lotto che fu rubata nel 1911 ad Osimo dalla Chiesa dei minori osservanti e che risulta ancora dispersa, nell’incontro pubblico di oggi pomeriggio al teatro La nuova Fenice di Osimo. Con il vicesindaco Mauro Pellegrini hanno discusso del dipinto scomparso le professoresse Francesca Coltrinari e Caterina Paparello dell’Università degli studi di Macerata ed il maggiore Carmelo Grasso, comandante del Nucleo Carabinieri tutela del patrimonio culturale di Ancona. Proprio la mostra di Macerata ha riaperto il “caso” con una provocazione. Infatti, l’ultima opera esposta è la cornice vuota e originale del quadro, con l’obiettivo di scuotere le nebbie intorno alla vicenda e gli animi di quanti potrebbero aiutare per un incredibile ritrovamento.

Carmelo Grasso

Nel corso del suo intervento il maggiore Grasso si è detto fiducioso sulla possibilità di ritrovare, a distanza di un secolo, la tela rubata. Oggi molti beni culturali e archeologici trafugati vengono venduti online e nelle case d’asta si trovano molti oggetti d’arte rubati oltre 100 anni fa che vengono posti in vendita. Il Nucleo Carabinieri tutela del patrimonio culturale ha accesso alla banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, ricca di fotografie, che contempla anche beni ‘esportati’ all’estero senza le previste autorizzazioni. “La scheda della Madonna del Lotto purtroppo è stata inserita da poco. – ha evidenziato il maggiore – Abbiamo ritrovato l’atto di denuncia del furto fatto all’epoca e controlliamo con attenzione i cataloghi di aste per le debite verifiche. Se quel dipinto finirà in un’asta sicuramente sarà individuato. Poi faremo approfondimenti collaborando anche con l’Università, ma questa indagine non deve essere appannaggio di pochi. Gli osimani, chiunque abbia notizie, tutti devono sentirsi in dovere di contribuire”.

La denuncia presentata agli albori del 1900 per il furto della Madonna osimana del Lotto, mostrata con le slide al convegno dal maggiore Grasso

Il comandante Grasso ha poi ricordato anluni dei gialli di opere d’arte marchigiane fatte sparite ma individuate a distanza di anni. Come la vicenda del Lisippo, l’atleta di Fano, che ha visto impegnati in prima linea proprio i carabinieri del Tpc di Ancona. “ C’è un contenzioso con il museo americano ma io spero di cuore che la statua possa nelle Marche perché da qui è stata ripescata e poi portata via” ha auspicato Grasso. La speranza che il caso del dipinto osimano possa essere risolto è supportata anche dalla vicenda delle tavolette di Campo Giove, rubate sempre nel 1911 e ritrovate poi tra le opere messe all’asta da un’organizzazione a Colonia. O ancora dal messaletto Loricato trafugato dalla chiesa di Sant’Anna di Frontale di Apiro (la cui pagina mancante è ancora custodita a Cingoli), nel 1925, ritrovato in una struttura museale in America. Oggi nell’aula consiliare osimana, la Sala Gialla, viene conservata la riproduzione moderna e a colori della Madonna del Lotto che manca da più di cento anni dalla città. L’opera che il Rotary realizzò nel 1999-2000 partendo dalla foto in bianco e nero, unica testimonianza del dipinto. A quel risultato cromatico si era arrivati grazie alle tecniche più evolute, partendo dalla tavolozza del Lotto e grazie alla competenza del grafico Mario Cotoloni sotto la guida dello storico d’arte Pietro Zampetti.

Lorenzo Lotto, la riproduzione ‘colorata’ della tela rubata a Osimo e conservata nella Sala Gialla, l’aula consiliare della città

La cornice originale del dipinto di Lorenzo Lotto trafugato a Osimo nel 1911

Lotto, Madonna di Osimo: un convegno sul colore ritrovato

Lotto nelle Marche, taglio del nastro «La Madonna con Angeli di Osimo: aiutateci a svelare questo mistero» (FOTO)

Osimo presta a Macerata la cornice della tela (rubata) di Lorenzo Lotto

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X