facebook rss

Luigi Biagetti nuovo presidente
delle Acli delle Marche

ELEZIONI - Ha 56 anni, è lauretano e vanta una lunga esperienza all'interno dell'associazione. «Fare rete, stare insieme anche se a distanza, non perdere ma trasmettere speranza saranno gli impegni per i prossimi anni» ha sottolineato il neo eletto
Print Friendly, PDF & Email

Luigi Biagetti

 

 

Una lunga esperienza nelle Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani gli ha dato possibilità di sperimentare vari ruoli: responsabile a vari livelli come presidente di circolo prima, come presidente provinciale poi, Luigi Biagetti, 56 anni di Loreto, è oggi il nuovo presidente che guiderà le Acli delle Marche per il prossimo quadriennio. Il neo eletto ha le idee chiare e tanta energia per portare avanti il suo progetto che vuole sia «condiviso». «Coinvolgere tutti, consiglieri, presidenti provinciali, dirigenti e dipendenti perchè solo insieme possiamo farcela, prendendo il meglio da ognuno, da ogni territorio, da ogni socio e metterlo a disposizione di tutti, nell’interesse della comunità» è questo in sintesi il messaggio del discorso che Biagetti ha fatto a tutti i consiglieri presentando la sua candidatura che è diventato anche il programma per i quattro anni che lo vedranno presidente. L’accento – sottolinea una nota dell’Acli Marche – è su alcune questioni sulle quali verrà chiesto il massimo sforzo: formazione, lavoro, sostegno ai circoli, lotta alla povertà e allo spreco, attenzione al valore della democrazia, incremento della comunicazione interna ed esterna, immaginando anche un maggiore collegamento tra servizi, circoli e associazioni specifiche per la promozione sociale, sostegno alla famiglia da sempre pilastro della società con il suo modo completo e trasversale di vivere e vedere le cose. Nel suo discorso Biagetti ha anche proposto la necessità di farsi promotori e testimoni di una riflessione sugli stili di vita, sull’invecchiamento attivo, sull’utilizzo delle risorse e sul rapporto con l’ambiente, sul tema della socialità e della solidarietà, sul ruolo dei credenti in un tempo di crisi dei valori e dei riferimenti. «Fare rete, stare insieme anche se a distanza, almeno in questo periodo, avere obiettivi comuni, non perdere ma trasmettere speranza e visioni per un futuro possibile, sembra essere ancora una volta, e come sempre, l’impegno delle Acli per i prossimi anni» ha sottolineato il neo presidente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X