facebook rss

Torna la Fiera di San Ciriaco
dopo due anni di stop:
«Un nuovo periodo di normalità»

ANCONA – La tradizionale kermesse si svolgerà, come di consueto, dal 1 al 4 maggio e si snoderà tra viale della Vittoria – da dove mancava dal 2017 – piazza Pertini e corso Garibaldi. Oltre 400 gli stand presenti, tra street food, dj set ed intrattenimento. Tutte le info dell'evento più atteso dai cittadini
Print Friendly, PDF & Email

La Fiera di San Ciriaco al viale (foto d’archivio)

 

di Martina Marinangeli

Dopo due anni di stop causa pandemia torna la Fiera di San Ciriaco: dal 1 al 4 maggio oltre 400 stand si snoderanno tra viale della Vittoria (l’ultima volta che era stata scelta questa location risale al 2017) per ambulanti e sapori tipici, corso Garibaldi per i mercatini artigiani e piazza Pertini per lo street food e l’animazione. «Anche questo – il commento della sindaca Valeria Mancinelli – è un segnale incoraggiante di ripresa della normalità, da affrontare con le giuste cautele, ma anche con la soddisfazione di poter tornare a vivere le nostre tradizioni nel cuore della città, con un momento di festa importante per tutti, dai cittadini alle attività economiche». Parole a cui fanno eco quelle del vicesindaco ed assessore al Commercio Pierpaolo Sediari: «siamo lieti di poter offrire di nuovo alla città questa occasione, che è un evento importante, non solo per le aziende partecipanti ma anche per le attività locali e per i cittadini». Ad organizzare la tradizionale kermesse, come di consueto, la Blu Nautilus srl di Remo Vigorelli.

L’assessore Sediari e il sindaco Mancinelli

Ecco tutte le info. Come di consueto la fiera di San Ciriaco animerà la città di Ancona da domenica 1 maggio a mercoledì 4 maggio, dalle 9 alle 24, tranne che in piazza Pertini dove le attività saranno aperte già da sabato 30 aprile, dalle 18 alle 24. Da domenica 1 maggio a mercoledì 4 maggio, invece, l’orario di apertura sarà dalle 12 alle 24. L’edizione 2022 riprende in gran parte la disposizione attuata dal 2007 al 2017. La parte più consistente della Fiera si svolgerà nell’intero viale della Vittoria, da via Giannelli a piazza IV Novembre.
Lungo il Viale i banchi e gli stand occuperanno le due corsie laterali e il passaggio pedonale centrale. Sul lato destro l’occupazione comincerà da via Orsi fino a piazza IV Novembre, lasciando libero il primo tratto per i residenti. Sul lato sinistro gli ambulanti si disporranno da via Giannelli fino al Dorico, lasciando libero il tratto finale, dall’incrocio con via Bianchi fino alla fine del Viale. All’imbocco del Viale rimarrà libero uno spazio di 15 metri per garantire attraversamenti sicuri.
Corso Garibaldi ospiterà i mercatini, da piazza Cavour a piazza della Repubblica.

Piazza Pertini sarà dedicata al cibo e al piccolo intrattenimento.
Piazza Cavour sarà libera da occupazioni commerciali. Sarà per quattro giorni un punto di passaggio, e il 4 maggio ospiterà le iniziative istituzionali e d’intrattenimento promosse dal Comune di Ancona, in onore di San Ciriaco, Patrono della Città. Proprio al Patrono e alla Cattedrale, come negli ultimi anni, è dedicata l’immagine della Fiera.
Non saranno occupati dalla fiera largo XXIV Maggio, via Castelfidardo, piazza della Repubblica, corso Stamira, piazza Stamira, piazza Kennedy e Via XXIX Settembre.

Come ulteriore segnale di ritorno alla normalità, i numeri della fiera si equivalgono, più o meno, a quelli del 2019. Nutrita e varia è la partecipazione dei 413 espositori, (424 nel 2019), divisi per zone merceologiche.  Il settore specializzato Sapori Tipici, uno dei più graditi al pubblico e presente per il quindicesimo anno, ritorna al viale della Vittoria nella corsia centrale pedonale, nel tratto compreso tra via Rismondo e via Bianchi. Ospiterà 27 espositori (22 nel 2019). Sono 13 le regioni italiane rappresentate, insieme con uno stato estero, il Belgio. Oltre a un significativo gruppo di espositori marchigiani, che promuovono i prodotti del territorio, partecipano Abruzzo, Trentino Alto Adige, Calabria, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna, Sicilia, Sardegna, Umbria e Veneto.

Per promuovere le attività economiche delle imprese si ripropone la Campionaria, nel secondo tratto di corso Garibaldi, tra via Castelfidardo e piazza Roma, con 24 stand promozionali. Nel Mercatino degli Artigiani gli espositori sono 39 (40 nel 2019), tutti in corso Garibaldi, da piazza Roma verso piazza della Repubblica, con banchi multicolori, multietnici e multicreativi. In piazza Pertini ci saranno i 16 punti ristoro (come nel 2019) di San Ciriaco Street Food. Questa festa del cibo in piazza è una delle iniziative collaterali più gradite dal 2011 e coniuga cucina tipica e intrattenimento. Gli stand, di diverse provenienze, italiane e straniere, saranno disposti a corona intorno alla piazza.
Gli intrattenimenti della piazza sono organizzati dalla Fiera, in collaborazione con Emanuel Pàstina dell’Agenzia di spettacolo anconetana Universal Events.  Il programma è vario. Prevale la musica, ritmata e divertente ma non invasiva, dalle  19 alle 22,30. Si comincia sabato 30 aprile, con l’anconetano Giacomo Gabrielli, in arte La Regina, con il meglio della musica trash e pop. Domenica 1 maggio si esibisce Walt Dust Acoustic, un duo di musica italiana. Lunedì 2 maggio torna La Regina, e martedì 3 maggio l’appuntamento è con Moonshadow, trio con musiche internazionali e country. Si conclude mercoledì 4 maggio con Clara People, trio con un repertorio di british folk e sound italiano. L’ingresso è gratuito.

La festa del Patrono. La messa in duomo: come ogni anno, la Chiesa di Ancona celebra il patrono della città con una solenne celebrazione in cattedrale. L’arcivescovo monsignor Angelo Spina mercoledì 4 maggio alle 10 celebrerà la messa alla presenza delle autorità. Poco prima, alle 9.45, il sindaco Valeria Mancinelli renderà omaggio al patrono deponendo un mazzo di fiori nella cripta dei Santi Protettori.
Le celebrazioni in Piazza Cavour: alle 12 è in programma la cerimonia di consegna dei Ciriachini, le benemerenze civiche. In caso di maltempo l’evento sarà spostato alla Mole. Alle 19 come da tradizione, la Croce Gialla organizza la Tombola di San Ciriaco. Le cartelle saranno in vendita nella sede dell’Associazione già prima della fiera e durante la fiera nei punti di maggior passaggio. Invariati, rispetto agli anni passati, il costo delle cartelle (2,50 euro) e il primo premio di 1.500 euro. I fondi raccolti con la lotteria serviranno per sostenere l’attività della Croce Gialla. Alle 18.45, prima della Tombola, sarà inaugurata la nuova ambulanza acquistata grazie alla generosità dei cittadini anconetani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X