facebook rss

Investita e uccisa da un pirata
dopo essere stata
trascinata per chilometri

SENIGALLIA - L'incidente sarebbe avvenuto a Marzocca, dove il cane della donna è stato trovato morto, mentre il corpo della vittima è stato rinvenuto 7 chilometri più a Nord, in via Podesti. Sul posto i carabinieri della Compagnia e la polizia Stradale stanno cercando di ricostruire una dinamica che appare essere decisamente complicata, mentre i vigili del fuoco sono impegnati nel trovare, lungo la Statale, ulteriori elementi che possano essere utili alle indagini
Print Friendly, PDF & Email

Ambulanza, vigili del fuoco e carabinieri in via Podesti, dove è stato rinvenuto il corpo

di Alberto Bignami

E’ un incidente, quello accaduto nel pomeriggio tra Marzocca e Senigallia, con una dinamica tutta da ricostruire, che mette a dura prova le stesse Forze dell’Ordine per quanto appare complicata e che, proprio per questo motivo, stanno lavorando incessantemente da ore.
Tutto sarebbe avvenuto intorno alle 17 quando una donna, stando alle prime informazioni, sarebbe stata investita a Marzocca, nei pressi della stazione ferroviaria, mentre si trovava ad attraversare la strada insieme al proprio cane tenuto al guinzaglio.
Il cane è stato centrato e ucciso da un furgone aziendale e proprio per questo motivo erano state chiamate le Forze dell’Ordine, affinché effettuassero i rilievi.

La polizia Stradale a Marzocca, dove è avvenuto l’incidente

Nel frattempo però della donna non vi era più traccia perché probabilmente è stata a sua volta travolta da un altro mezzo e trascinata per diversi chilometri, circa 7, fino ad arrivare in via Podesti, a Senigallia, dove il corpo privo di vita è stato rinvenuto in posizione prona da un automobilista di passaggio che lo ha notato a terra e che ha avvisato il 112.
Essendo i due episodi accaduti a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro, si è fatto il collegamento tra il cane e la donna, una 81enne le cui iniziali sono S.T..
La tragedia è avvenuta mentre una forte pioggia si stava abbattendo sulla città e il buio era già calato.
Stando dunque ad una prima dinamica, tuttora in fase di ricostruzione da parte dei carabinieri e della polizia Stradale intervenuti rispettivamente in via Podesti e a Marzocca, la vittima sarebbe rimasta incastrata sotto l’auto dopo essere stata investita diversi chilometri prima e trascinata senza che l’automobilista, sembra, se ne sia accorto. Auto, infatti, per la quale le ricerche sono tuttora in corso poiché non se ne ha al momento traccia né, a dire il vero, si sa di che mezzo possa trattarsi.

Ambulanza, vigili del fuoco e carabinieri in via Podesti, dove è stato rinvenuto il corpo

Di certo non è un camion, essendoci il divieto di transito. Si tratta dunque di un veicolo: dall’auto fino a un furgone.
Ma come è arrivato il corpo della donna a Senigallia? Possibile che nessuno si sia accorto?
La pista che dunque si segue è quella dell’investimento da parte di qualcuno che alla guida del proprio mezzo avrebbe ‘schivato’ l’incidente a seguito del quale è morto il cane, centrando però la padrona.
Rimane allo stesso tempo difficile immaginare però che la signora sia stata trascinata per così tanti chilometri senza che la persona alla guida non se ne sia accorta e, allo stesso tempo, che nemmeno altri automobilisti di passaggio lungo la trafficatissima Statale l’abbiano notato.
A Marzocca, in mezzo alla strada, è stata trovata una scarpa che potrebbe appartenere alla vittima e che proverebbe l’investimento anche della signora.
Sul posto, oltre ai carabinieri e alla Stradale, sono intervenute pure le squadre dei vigili del fuoco e i mezzi del 118.
Tutto è ancora in fase di accertamento e nel frattempo si sta ascoltando l’autista del furgone, nel caso abbia notato e ricordato il mezzo che poi lo ha superato trascinando via la signora. Per ricostruire la vicenda si stanno anche visionando tutte le telecamere comunali e private che si trovano lungo quel tratto di Statale.
Il corpo della donna è stato però certamente trascinato poiché attorno al cadavere vi era del sangue.
Le indagini sono in corso e Stradale e carabinieri stanno cercando di rintracciare quanto prima l’automobilista pirata per chiarire tutta la vicenda con esattezza.

Una scarpa, nel cerchio rosso, in mezzo alla strada a Marzocca

I vigili del fuoco in via Podesti dove è stato trovato il corpo della 81enne

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X