facebook rss

Rainbow apre una scuola per l’infanzia:
“Sarà multidisciplinare e bilingue”

LORETO - Sorgerà nella sede dell'azienda e sarà destinata sia ai figli dei dipendenti che ai residenti. Il patron Straffi: "Svilupperemo le competenze personali necessarie per vivere in un mondo globalizzato e sostenibile"
giovedì 4 Maggio 2017 - Ore 21:35
Print Friendly, PDF & Email

Il maceratese Iginio Straffi, fondatore della Rainbow

La Rainbow, la casa di animazione delle fatine Winx, apre una scuola internazionale per l’infanzia nella sua sede di Loreto. La Scuola ‘Liberi Reggiomonte’ è destinata non solo ai figli dei dipendenti Rainbow, ma anche alle famiglie residenti nelle zone limitrofe. Il programma di studi sarà multidisciplinare, e bilingue, con il 50% degli insegnanti di madrelingua inglese e il 50% di madrelingua italiana.
“Creatività, qualità e visione internazionale sono le ragioni del successo mondiale della Rainbow – spiega il fondatore Iginio Straffi – e ci muoveremo nella stessa direzione anche in questo nuovo, entusiasmante percorso”. Ci saranno classi di arricchimento con materie come musica, ginnastica, terza lingua e yoga, che “permetteranno ai bambini di esplorare i loro interessi e sviluppare nuove competenze. Rainbow – ricorda il fondatore – pone particolare attenzione allo sviluppo delle competenze personali necessarie per vivere in un mondo globalizzato e sostenibile”.

L’azienda ha progettato circa 1.000 metri quadri per consentire la realizzazione di tutte le attività contenute nel progetto educativo.
Attraverso un ambiente che integra gli spazi interni ed esterni, particolare attenzione ai fattori di qualità degli spazi interni (areazione, acustica, illuminazione, termica) e grazie ad attività quali il giardinaggio, le passeggiate in natura e l’allevamento, la scuola promuove il rapporto dei bambini con il mondo della natura. Ci sarà un’aula d’arte attrezzata di 100m², una biblioteca ampia e curata dove tutti i libri saranno scelti attentamente non solo per sostenere il programma educativo, ma anche per collegare gli studenti al mondo; ci sarà un vero e proprio palco per le arti performative e per dare la possibilità ai bambini di esibirsi in pubblico, e un laboratorio di cucina che utilizzerà il cibo coltivato direttamente dall’orto della scuola, per insegnare ai bambini che il cibo sano è anche delizioso; l’aula di musica darà inoltre ai bambini l’opportunità di incrementare la loro intelligenza musicale, importante alleata dello sviluppo accademico e cognitivo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X