facebook rss

La poesia totale protagonista
a La Punta della Lingua

ANCONA - Dai versi elettronici allo poetry slam, la sperimentazione del linguaggio poetico dai libri fa incursione nei nuovi media, ma anche in riva al mare, lungo i sentieri del Parco del Conero, in monumenti secolari e dimore storiche. Ospiti d'eccezione Mircea Cărtărescu ed il premio Strega Walter Siti per una settimana di eventi
giovedì 1 Giugno 2017 - Ore 17:21
Print Friendly, PDF & Email

La presentazione del programma de La Punta della Lingua, da sx Cuccaroni, co-direttore artistico del festival, Marasca, assessore Comune di Ancona, Marchegiani, servizio Cultura Regione Marche, Socci, co-direttore artistico del festival

 

La poesia totale torna protagonista a La Punta della Lingua 2017 – festival diretto dal poeta Luigi Socci e dal critico Valerio Cuccaroni – in programma ad Ancona e Portonovo dal 2 al 9 luglio. Per 8 giorni si alterneranno 40 ospiti italiani e internazionali, fra cui Mircea Cărtărescu, Antonella Anedda e Walter Siti, in 10 diverse location, in riva al mare, lungo i sentieri del Parco del Conero, in monumenti secolari e dimore storiche, fra cui Casa Leopardi a Recanati.

Torna con l’incognita del finanziamento della Regione che pure rinnova la «stima ad un evento che fa incontrare la disciplina della poesia e l’approfondimento con il grande pubblico e che quest’anno più di altri ha un’esplicita pretesa di attrazione turistica – afferma la dirigente del servizio Cultura della Regione Paola Marchegiani, che aggiunge -. Oggi la Regione sostiene queste iniziative attraverso bando pubblico, che non è ancora stato chiuso, non possiamo dunque dire con certezza che La Punta della Lingua rientri nel finanziamento, ma ha ottime possibilità, vista la qualità della manifestazione». «Un’eccellenza del panorama anconetano sul tema della ricerca attorno ai linguaggi del contemporaneo» per l’assessore Paolo Marasca che sottolinea come il festival dedicato alla poesia in tutte le sue forme, segni Ancona come «città dell’esplorazione. Anche quest’anno non mancheranno importanti dello scenaio nazionale ed internazionale, sempre inseriti in un contesto che mira alla ricerca di qualcosa di nuovo».

Edizione numero 12 per il festival che celebra la «poesia totale» come l’ha definita Valerio Cuccaroni, presidente dell’associazione Nie Wiem e co-direttore della manifestazione. «Ne La Punta della Lingua si sprigiona la potenza della poesia, tutta la vitalità del linguaggio poetico, in contrapposizione alla poesia lirica, libresca e scolastica». Ecco dunque come anche la rete ed i social diventano “luoghi” nei quali esprimere la propria arte, in non più di 10 versi prodotti in un tempo massimo di 40 minuti. È la Facebook Poetry, prima e unica sfida italiana di poesia esclusivamente in rete. La poesia elettronica, ancora poco conosciuta, ma molto praticata dai demiurghi del linguaggio. Sarà proprio lo poetry slam digitale ad aprire la 12^ edizione del festival, domenica 2 luglio. Da Bologna il collettivo ZooPalco condurrà la sfida con decine di poeti italiani in collegamento sul gruppo Facebook del festival che conta già 2500 iscritti.

Ospiti d’eccezione de la Punta della Lingua 2017, Mircea Cărtărescu, il più importante poeta romeno contemporaneo ed il premio Strega Walter Siti, uno dei più gradi narratori italiani viventi, nonché studioso di poesia ed il solo ad essere riuscita a portare sui quotidiani la poesia.

IL PROGRAMMA

Sarà proprio Cărtărescu, ad aprire il festival dal vivo, dopo l’inaugurazione virtuale, lunedì 3 luglio alla Chiesa di S. Maria di Portonovo. Tra i più interessanti e raffinati scrittori dell’Est Europa, sarà accompagnato dal traduttore Bruno Mazzoni. Subito prima del reading, verranno presentate le poesie scritte da alcuni ospiti del festival per il progetto Poeti in viaggio, in collaborazione con Roma Marche Linee.
Dopo un buffet sul mare Da Giacchetti, il reading di Antonella Anedda e Giampiero Neri, fra i maestri più riconosciuti della poesia italiana contemporanea, con interventi musicali sospesi tra blues e soundscapes di Marta Collica, catanese di Berlino, già collaboratrice di Hugo Race e John Parish, accompagnata dalla violoncellista australiana Rachel Maio.

Martedì 4 luglio, sulla terrazza dell’Hotel SeePort, Nicola Crocetti incontra il pubblico per raccontare i suoi trent’anni da direttore della gloriosa rivista «Poesia» e di traduttore dal greco, durante l’incontro Trent’anni di Poesia e 33.333 versi greci. A seguire, dopo un buffet, La Punta della Lingua rende omaggio a Bob Dylan, tra i più grandi poeti in musica del mondo, menestrello della Beat Generation: a pochi mesi dall’assegnazione del Premio Nobel per la Letteratura, il suo traduttore e massimo esperto in Italia, Alessandro Carrera, ne discuterà con Nicola Crocetti, interpretando dal vivo brani di Dylan da lui tradotti. Seguirà, alle ore 21.30, al Arena Cinema Lazzaretto, la Proiezione del film documentario No Direction Home di Martin Scorsese che il grande cineasta italo-americano ha dedicato a Dylan nel 2005. Con materiali rari e testimonianze inedite. (ingresso € 4).

All’Hotel Emilia, a picco sulla baia di Portonovo, mercoledì 5 luglio l’incontro Poesia del nostro tempo con la presentazione di Argo Annuario di Poesia 2016: reading del poeta istriano Milan Rakovac e della poetessa in dialetto Franca Grisoni. Conduce Franca Mancinelli. Alle ore 21.30, dopo un buffet, il concerto del celebre cantautore catanese Cesare Basile, Targa Tenco per il miglior album in dialetto con il disco omonimo Cesare Basile (ingresso € 8).

Giovedì 6 luglio la poesia entra in carcere con Ora d’Aria Poetry Slam fra campioni locali e nazionali e la partecipazione di uno dei ristretti dell’istituto. Con giuria popolare composta dalla platea dei detenuti della Casa di Reclusione Barcaglione. In collaborazione con il Garante per i diritti dei detenuti delle Marche (incontro solo su invito).
In serata, al Forte Altavilla, inseriti nel calendario della storica Festa per la Libertà dei Popoli, il Recital di poeti africani a cura dell’Associazione Leggio, e il Poetry Slam dei nuovi italiani, l’amichevole sfida all’ultimo verso, quest’anno intonata ai valori dell’evento che la ospita. Con Alessandro Burbank, Nicolas Alejandro Cunial, Jonida Prifti, Julian Zhara + 2 poeti selezionati con Open Call (contatti su www.lapuntadellalingua.it e pagina fb del festival). MCee: Giacomo Sandron & friend. Gara aperta a poeti italiani di origini straniere e valida per i campionati nazionali 2017-2018 della Lips. La serata prosegue con il Poetry Ethno Party – PJ luigisocci.

Walter Siti sarà il protagonista indiscusso della giornata di venerdì 7 luglio al Parco Hotel La Fonte di Portonovo con la presentazione di “Bruciare tutto”, il suo ultimo romanzo, che ha scatenato una lunga polemica per il tema della pedofilia trattato nel libro. Dopo un buffet, Siti presenzierà all’incontro Poesia quotidiana che coinvolgerà i critici letterari che scrivono sui maggiori quotidiani italiani: Paolo Febbraro (Il Sole 24Ore), Roberto Galaverni (Corriere della Sera) e Massimo Natale (Il Manifesto). Modera Valerio Cuccaroni.

Sabato 8 luglio la Poesia va in trasferta a Recanati con Destinazione Leopardi. Oltre alla Visita alla Casa e alla Biblioteca leopardiana (ingresso € 5), il pubblico del festival sarà chiamato nelle stanze del prestigioso Centro Studi Leopardiani per un eccezionale viaggio negli autografi leopardiani “Leopardi scritto a mano” a cura di Massimo Natale. Seguirà un percorso tra “Memorie e sapori, nella vita e nell’opera del Grande Poeta” a cura di Tommaso Lucchetti, autore del saggio culinario “Il poeta e la sua mensa”, accompagnato dal “Buffet leopardiano” all’Osteria Via Leopardi con ricette tratte dallo Zibaldone e da altri scritti del Poeta.
Con partenza alle ore 18.30 dal Bar del Coppo (Coppo di Sirolo-Monte Conero) un’escursione poetica tra le bellezze e i sentieri del Parco del Conero, passando per la cosiddetta “lunare” fino alle cave di Monte Colombo. Con pause di letture e ascolto. Una passeggiata della durata di due ore su percorso trekking con Paolo Febbraro, Francesca Genti, Paolo Gentiluomo e Francesca Matteoni.

Domenica 9 luglio una mattinata dedicata ai più piccoli all’Agriturismo Accipicchia di Portonovo con La Punta della Linguaccia: Francesca Matteoni conduce “La mia casa è il mondo”, laboratorio di poesia per bambini da 6 a 11 anni: parole, poesia, immaginazione per dire dove si abita e dove si vorrebbe abitare. Alle ore 12 la presentazione del libro di poesie per bambini Poeti in classe, a cura di Evelina De Signoribus, nuova pubblicazione della collana “La Punta della Lingua” (ed. Italic Pequod, 2017). Il festival prova a riportare l’attenzione sulla poesia a partire dalla scuola con 25 poeti italiani di oggi che raccontano la magia del loro primo incontro con la poesia, dedicando ai giovani lettori un proprio testo inedito. Con Evelina De Signoribus, Francesca Genti, Paolo Gentiluomo, Francesca Matteoni, Natalia Paci ed altri poeti antologizzati. A seguire buffet.
Alle ore 21 ci si sposta al Lazzabaretto (Mole Vanvitelliana): Le Marche della Poesia Slam continuano la mappatura (in continua evoluzione) della poesia marchigiana, con le letture-performance di Francesca Gironi e Andrea Mazzanti che presentano i loro libri Abbattere i costi e Il pubblico ludibrio.

LE ANTEPRIME DEL FESTIVAL

Due anteprime precederanno il festival. Giovedì 8 giugno al Ti Ci PORTO, nel Porto Antico di Ancona, si terrà Ti Ci PORTO Poetry Slam, Finale Marche-Umbria del campionato nazionale di Poetry Slam Lips. Poeti in gara: Alfredo D’Alessandro, Francesca De Luca, Lella De Marchi, Lorenzo Fava, Ylenia Gazzella, Francesca Gironi, Marko Miladinovic, Alessandro Moscatelli, Natalia Paci, Artenca Shehu. MCee: Andrea Mazzanti e Luigi Socci. A seguire pj set a cura di luigisocci & clod. In collaborazione con Ticiporto. Martedì 27 giugno all’Arena Cinema Lazzaretto verrà proiettato il film su Leonard Cohen I’m Your Man di Lian Lunson (ingresso € 4).

(A. C.)

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X