facebook rss

Trofeo Coni: 3mila giovani atleti da tutta Italia
Attesi i campioni Rossi, Tamberi e Meyers

SENIGALLIA - Presentato il programma dettagliato dell'evento nazionale che sarà inaugurato dal presidente Giovanni Malagò. La città della sabbia di velluto quartier generale della manifestazione con il Villaggio "olimpico". Ad Ancona si riunisce la Giunta nazionale del Comitato olimpico
sabato 16 settembre 2017 - Ore 18:22
Print Friendly, PDF & Email

da sx, l’assessore Pieroni, il sindaco Mangialardi, il presidente Coni Marche Luna, il presidente Cip Marche Savoiardi, il vicesindaco di Senigallia Meme

 

Le medaglie ufficiali del Trofeo Coni 2017

 

Le Marche alzano il sipario sul Trofeo Coni 2017. In regione arriveranno oltre 3.100 bambini e ragazzi per cimentarsi in 40 diverse discipline sportive, ma anche sportivi di fama internazionale, pronti a mettersi a disposizione degli atleti più giovani per confrontarsi e scambiare esperienze.

Giunto alla sua quarta edizione, questo Festival nazionale dello sport giovanile raccoglie ed attualizza l’eredità dei Giochi della Gioventù. Una quattro giorni (dal 21 al 24 settembre) in cui bambini e ragazzi dai 10 ai 14 anni, provenienti da tutta Italia, si sfideranno proprio come in una mini Olimpiade. Ma protagonista sarà anche il divertimento, la voglia di stare insieme e di stringere amicizie con i coetanei di altre regioni.

IL PROGRAMMA
Un momento, dunque, di agonismo e gioco, nel rispetto dei valori più alti dello sport e del Coni, che fa della promozione della cultura sportiva uno dei suoi obiettivi principali, durante il quale non mancheranno appuntamenti istituzionali, di programmazione e di riflessione proprio sui temi della promozione sportiva. Ne è dimostrazione la scelta del presidente Giovanni Malagò di riunire la Giunta nazionale in apertura del Trofeo nelle Marche. È la prima volta che accade in 102 anni di storia del Comitato olimpico. I vertici del Coni si ritroveranno, dunque, il 21, ad Ancona, alle 13, a palazzo degli Anziani. A partecipare ai lavori anche una delegazione di campioni marchigiani, invitati da Malagò, da Valentino Rossi a Giovanna Trillini, da Gianmarco Tamberi a Valentina Vezzali e Stefano Cerioni. Molte le aspettative rispetto a questa riunione di Giunta, come sottolineato anche dal presidente del Coni Marche, Fabio Luna. «Come annunciato da Malagò durante la sua visita a Pieve Torina dalla Giunta usciranno importanti decisioni relative a terremoto e sport. La decisione di fare la Giunta nelle Marche, dunque, è stata presa proprio per esprimere ancora di più vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma dello scorso anno».
Chiusa la parentesi anconetana tutto il gotha del Coni si sposterà a Senigallia per la cerimonia di apertura del Trofeo, alle 18, a piazza Garibaldi, dove sfileranno tutte le 21 delegazioni delle regioni e le 3 delegazioni estere – Stati Uniti, Canada e Svizzera –.
Si entrerà nel vivo delle gare venerdì 22 e la mattina di sabato 23 saranno. Quartier generale Senigallia, che ospiterà al piazzale della Libertà (di fronte alla Rotonda a Mare) anche il Villaggio Trofeo Coni Kinder + Sport, un polo di aggregazione capace di dare spazio all’amicizia ed alle relazioni sociali. Qui i ragazzi potranno anche incontrare, dialogare e scattarsi un selfie con i loro beniamini dello sport, i campioni delle Marche e non solo. Saranno presenti Carlton Myers (basket), Alessandra Sensini (vela), Frank Chamizo (lotta), Matteo Marconcini (judo), Luigi Busà (karate), Milena Baldassarri (ginnastica), Talisa Torretti (ginnastica).

Sabato 23, spenti i riflettori sui campi di gara, in tarda mattinata, si accenderanno alle 21 quelli della cerimonia di chiusura della manifestazione, di fronte alla Rotonda a Mare (piazzale della Libertà).

Il programma dettagliato è stato illustrato questa mattina in una conferenza stampa dal sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, dal presidente del Coni Marche, Fabio Luna, dal presidente del Cip Marche, Luca Savoiardi, dal presidente della Consulta regionale dello sport, Domenico Ubaldi, dal vicesindaco di Senigallia, Maurizio Memè e dal consigliere regionale con delega allo sport, Lorenzo Beccaceci.

da sx, il presidente Cip Marche Savoiardi, il sindaco di Senigallia Mangialardi, il presidente Coni Marche Luna, il vicesindaco di Senigallia Memè

I COMMENTI
«Sono davvero molto emozionato a pochi giorni dal via di questa importante manifestazione, la più importante che il Coni nazionale mette in campo per i giovani – le parole del sindaco Mangialardi –. Sapevamo che sarebbe stata una grande sfida, oggi ci rendiamo conto della sua portata, ma la soddisfazione che proveremo il 24 mattina ci ripagherà di tutti gli sforzi. I recenti decreti sulla sicurezza hanno sollevato qualche problema, ma tutto è pronto perché la manifestazione si svolga al meglio. Da giovedì avremo 4 mila persone che arriveranno e andranno in giro per la regione. Il Trofeo dunque sarà un volano per tutto il territorio».

Ne è convinto l’assessore regionale al Turismo, Moreno Pieroni, che in una nota sostiene: «Ancora un grande evento nella nostra regione, organizzato in modo impeccabile da parte del Coni regionale, a dimostrazione della vitalità delle Marche, dell’attrazione sportiva che ha il territorio e della sua capacità di accoglienza di qualità. Una vetrina importantissima per valorizzare le Marche dall’entroterra alla costa, che vedrà la presenza anche di tanti atleti di fama internazionale».

I NUMERI
Gli impianti sportivi sui quali si svolgeranno le gare, come illustrato dal presidente Fabio Luna, saranno soprattutto quelli di Senigallia, ma tutta la regione sarà coinvolta. Oltre a Senigallia altri 11 comuni completano la mappa delle gare: Fermo (ginnastica), Camerano (sci nautico), Sirolo (golf), Castelfidardo (tiro a volo), Jesi (scherma e rugby), Ancona (baseball, motonautica, canottaggio, atletica, pallanuoto e nuoto sincronizzato), Montemarciano (equitazione), Chiaravalle (pallamano), Fano (orienteering), Mondolfo (danza sportiva), Urbino (orienteering). Saranno 37 le strutture sportive che faranno da scenario al Trofeo Coni per le 40 specialità che scenderanno in campo (31 federazioni e 9 discipline associate). Quattromila persone in arrivo – ubicate in 42 strutture alberghiere della città -, oltre ai 3.100 atleti, 900 accompagnatori e 200 volontari.

LE DISCIPLINE PARALIMPICHE
Proprio nello spirito di aggregazione ed inclusione, il Trofeo Coni Kinder + Sport dà spazio anche alle discipline paralimpiche, in particolare nuoto, bocce ed atletica. «Un segnale positivo e forte – ha sostenuto Luca Savoiardi, presidente Cip Marche –. Il Coni oltre al compito agonistico ha anche la missione di educare e credo che dando spazio anche agli atleti paralimpici si realizzi un momento di inclusione verso il mondo sportivo paralimpico ed un’azione educativa rivolta ad una fascia d’età sensibile a recepire messaggi di questo tipo».
«ll Coni nazionale ha investito il Coni Marche di un grande onore – ha concluso Luna –. Anche quando, dopo il terremoto, qualcuno pensava che sarebbe stata messa in dubbio l’organizzazione del Trofeo in regione, il Comitato olimpico ha confermato la sua decisione e l’ha rafforzata fissando una serie di altri appuntamenti importanti in regione. Non vogliamo deludere le aspettative. Tutti, sia all’interno della struttura Coni sia degli altri soggetti coinvolti, dalle Federazioni al Comune di Senigallia e a tutti i Comuni coinvolti stanno dando il massimo. Nessuno si è risparmiato, in particolare il vicepresidente vicario del Coni Marche, Giuseppe Scorzoso, che in questi mesi ha coordinato, e sta continuando a farlo, tutta l’organizzazione. Un grazie speciale va a lui».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X