facebook rss

Sisma: alle Marche 470 mila euro
dalla Conferenza dei presidenti
dei Consigli regionali

FONDI - Serviranno alla realizzazione di una pista ciclabile tra i comuni di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Mastrovincenzo: "Un progetto per il rilancio del turismo nei comuni più colpiti dal terremoto". Oltre un milione le risorse raccolte per le regionidanneggiate, alle Marche la quota più alta
giovedì 5 Ottobre 2017 - Ore 19:12
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo

 

Quasi 1,1 milioni, è l’importo dei fondi raccolti dalla Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome nell’ultimo anno a seguito del terremoto che colpito il centro Italia il 24 agosto 2016. Di questi, la quota maggiore (43%), pari a 470 mila euro, andrà alle Marche, per i Comuni di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera per la realizzazione di un percorso ciclo pedonale intercomunale per collegare i tre comuni intitolato “La porta della Sibilla”. Il costo complessivo è di 625 mila euro. A riportarlo è l’agenzia Dire al termine della presentazione a Roma dei progetti finanziati dalla raccolta fondi. «Siamo andati oltre le aspettative, siamo arrivati oltre il milione − le parole del presidente dell’assemblea delle Marche, Antonio Mastrovincenzo −. Per le Marche ci sono 470 mila euro che abbiamo deciso con l’Ufficio di presidenza di destinare ai comuni di Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera che sono i comuni maggiormente colpiti dal sisma. Il progetto che i sindaci ci hanno presentato e noi abbiamo finanziato − spiega Mastrovincenzo − punta al rilancio del turismo nei territori colpiti. Si tratta di un progetto che unisce i tre territori e in particolar modo mira a rilanciare economicamente i territori che stanno soffrendo particolarmente il periodo post sisma. C’è stata una grande collaborazione tra i presidenti e con i sindaci sul territorio − aggiunge ancora il presidente del consiglio regionale −, un dato importante di collaborazione interistituzionale che mira alla crescita del territorio e della comunità».

Un anno fa, infatti, fu deliberato di promuovere una raccolta fondi tra Consigli e i consiglieri regionali per finanziare progetti di solidarietà per sostenere la ripresa economica e sociale delle realtà colpite dal sisma. I presidenti dei Consigli regionali delle quattro Regioni interessate (Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria) hanno, nel frattempo, costituito un gruppo di lavoro per l’individuazione dei progetti da finanziare. La ripartizione percentuale, sulla base delle indicazioni della Protezione civile all’Unione europea, prevede che il fondo venga distribuito come segue: 43% del fondo alle Marche, 19% del fondo all’Abruzzo per un totale di circa 205mila euro per i comuni di Campotosto e Crognaleto, 19% all’Umbria per circa 200mila euro che andranno a progetti per i comuni di Cascia, Perugia, Norcia e Preci, 206mila euro per la regione Lazio per i comuni di Accumoli e Amatrice.

A margine della presentazione, Mastrovincenzo ha anche parlato, riporta sempre la Dire, di uno studio di ricerca effettuato insieme alle quattro università marchigiane per individuare le aree da rilanciare a seguito del terremoto. «I risultati li avremo entro febbraio del prossimo anno e saranno messi a disposizione dell’assemblea legislativa per elaborare mozioni o risoluzioni che possano impegnare il Governo regionale a seguire i sentieri di sviluppo individuati dalle università».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X