facebook rss

Lega Nord, la segreteria
di Milco Mariani debutta in piazza

POLITICA – Prime iniziative pubbliche per la nuova segreteria del Carroccio eletta lo scorso 12 novembre. Gazebo in piazza ad Ancona, Senigallia, Jesi, Fabriano, Falconara e Osimo per dire no alla legge sullo ius soli
lunedì 4 dicembre 2017 - Ore 17:14
Print Friendly, PDF & Email

Al centro il segretario Milco Mariani

 

Prime uscite pubbliche per la nuova segreteria provinciale della Lega Nord guidata da Milco Mariani. Sabato 2 e domenica 3 dicembre si sono tenuti i presidi nelle piazze delle città della provincia per raccogliere le firme contro la legge sullo ius soli. I militanti e i sostenitori hanno tenuto gazebo ad Ancona, Senigallia, Jesi, Fabriano, Falconara e Osimo. “La nostra attività proseguirà con l’organizzazione di un pullman per presenziare alla manifestazione di domenica 10 dicembre a Roma, a piazza San Apostoli, allo scopo di dare un concreto contributo all’azione politica del segretario federale Matteo Salvini” commenta il segretario Mariani. La nuova segreteria provinciale è stata rinnovata domenica 12 novembre nel congresso provinciale del movimento che è tenuto all’Hotel Palace del Conero di Osimo. Nell’occasione, è stato eletto segretario provinciale Milco Mariani, che sarà sostenuto nella sua azione dalla collaborazione dei consiglieri provinciali Michela Silvestrini, Stefano Caricchio , Sandro Zaffiri e Davide Quarti. Il programma della nuova segreteria sarà da subito focalizzato sulle prossime tornate elettorali, sia quelle amministrative di Ancona e Falconara Marittima, sia su quelle politiche nazionali. Le sezioni locali, ad oggi si estendono su tutta la provincia passando dalla costa fino all’interno con Fabriano, ultima nata. Punti cardine del Carroccio anconetano sono la richiesta di una più efficace politica di sicurezza per il contrasto della criminalità e dell’immigrazione clandestina, una concreta attenzione alle crisi industriali ed occupazionali e alle conseguenze del nuovo modello sanitario che esclude sempre maggiori fasce di popolazione al diritto alla salute.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X