facebook rss

Stop ai carrelli per lo shopping di Natale:
sciopera la grande distribuzione

ANCONA – I circa 6mila lavoratori del settore tra Coop, Cedi Marche, Ikea, Zara, Decathlon e tanti altri incrociano le braccia venerdì 22 dicembre per rivendicare il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 4 anni. Presidio regionale in piazza del Plebisicito alle 10,30
martedì 19 Dicembre 2017 - Ore 11:02
Print Friendly, PDF & Email

 

Shopping di Natale amaro per i lavoratori della grande distribuzione. Senza contratto da 4 anni, i dipendenti di supermercati, ipermercati e grandi catene saranno in piazza venerdì 22 dicembre per reclamare i loro diritti. I sindacati di categoria Filcams Cgil  Fisascat Cisl e Uiltucs  hanno proclamato lo  sciopero per l’intero turno di lavoro, a  sostegno della trattativa per il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro della distribuzione cooperativa e moderna organizzata. Nelle Marche, complessivamente  sono 6mila gli addetti  interessati dallo sciopero dei supermercati e ipermercati Coop e Cedi Marche,  per la distribuzione cooperativa, Auchan, Carrefour, Gruppo Sma, Oasi del Gruppo Gabrielli, Ikea, Decathlon, Zara,  Metro, Finper Pesaro e Macerata (Civitanova), Penny Market, Bricocenter, Conbipel, Decathlon, Coin Oviesse e Arca per la moderna organizzata.  Ad Ancona il presidio regionale in Piazza del Plebiscito a partire dalle 10,30. «I lavoratori del commercio rivendicano il diritto a regole e salario contrattati e non decisi unilateralmente dalle aziende. – sottolineano i sindacati- Per il 22 dicembre chiediamo a tutti  di lasciare vuoti i negozi e rinunciare alla spesa come segno di solidarietà e vicinanza ai tanti lavoratori che stanno lottando per un rinnovo contrattuale  che restituisca  dignità al proprio lavoro».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X