facebook rss

I deputati grillini ci riprovano:
Agostinelli, Cecconi e Terzoni iscritti
alle parlamentarie online del M5S

AL VOTO - I tre parlamentari pentastellati delle Marche tentano la conferma a Roma, dichiarando che sarà la loro seconda ed ultima legislatura. Ad autocandidarsi alla selezione del web molti iscritti e militanti marchigiani del movimento di Grillo
giovedì 4 gennaio 2018 - Ore 19:29
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra: Patrizia Terzoni, Andrea Cecconi, Donatella Agostinelli

I deputati grillini marchigiani ci riprovano. Tutti i parlamentari del Movimento 5 Stelle eletti nelle Marche nel 2013, Andrea Cecconi, Patrizia Terzoni e Donatella Agostinelli. A raccogliere le dichiarazioni dei pentastellati, l’agenzia Dire. I deputati uscenti si sono tutti iscritti alle parlamentarie online sul sito del Movimento fondato da Beppe Grillo (non c’è Serenella Fucksia che nel frattempo è uscita dal partito). Insieme a loro tanti altri attivisti marchigiani. Tutti e tre sono concordi su una cosa: in caso di elezione sarà la loro seconda ed ultima legislatura. «Sarà la mia ultima legislatura − spiega Cecconi −. Altrimenti c’è il rischio che il Palazzo ti inglobi. Dieci anni credo siano un lasso di tempo più che sufficiente da mettere a disposizione dei cittadini». Sulla stessa lunghezza d’onda i parlamentari pentastellati anche per quanto riguarda il tema delle alleanze. Il nuovo Statuto grillino infatti non le vieta esplicitamente. Non credo che questa cosa sconvolga l’elettorato − spiega Agostinelli −. I temi saranno sempre i nostri. Alleanze non significa perdere di identità ma tirare dentro chi vuole lavorare con noi su temi condivisi. Vogliamo creare quel consenso più ampio che è necessario per governare. Le nostre alleanze non sono sulle poltrone ma sui temi». Secondo la deputata fabrianese Patrizia Terzoni è giusta anche la multa da 100mila euro per chi cambia casacca nel corso della legislatura. «Ritengo sia giusta la multa per chi cambia casacca perché in questi 5 anni certe persone hanno usato il Movimento per entrare in certi ambienti − conclude Terzoni −. Il Movimento 5 stelle non può accettarlo. Chi vuole candidarsi con noi deve capire sin dall’inizio che non si scherza». Più in generale secondo i grillini queste saranno le elezioni della maturità per il Movimento. «È il completamento di un’evoluzione che anno dopo anno abbiamo avuto − conclude Cecconi −. Non possiamo proporci come forza di governo e poi non voler trattare con nessuno. Stiamo passando da forza pronta a stare solo sulle barricate a forza pronta a governare il Paese».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X