facebook rss

Comparse scritte minatorie
di fronte alla Galleria d’arte

JESI - Scritte minatorie sono comparse nei giorni scorsi sul muro di un palazzo di fronte alla galleria d'arte 2G.
Print Friendly, PDF & Email

Scritte minatorie sono comparse nei giorni scorsi sul muro di un palazzo in piazza Pergolesi. Scritte fatte con un gessetto bianco e accompagnate da una svastica (fatta al rovescio) in pennarello nero. “Viscido comunista te damo fogo lascia lavora Bacci” è il contenuto del messaggio, comparso proprio di fronte alla Galleria d’arte 2G di Andrea Barchiesi. Un messaggio che non è certo passato inosservato e che desta rammarico nel titolare della sede espositiva jesina. “Al di là di chi è con o contro Bacci, a favore o contrario ai lavori che sta facendo questa amministrazione in una piazza meravigliosa come quella dedicata a Pergolesi – dice Barchiesi – questa scritta mi rammarica soltanto, perché grazie alla mia Galleria ho donato moltissime opere alla Pinacoteca civica e al museo di Palazzo Bisaccioni, mai mi sarei aspettato un trattamento così. Queste scritte mi danno fastidio, mi offendono ma certamente non mi spaventano”. Nella zona non vi sono telecamere, per cui anche se il titolare del palazzo storico decidesse di sporgere denuncia contro ignoti, non sarebbe facile individuare i responsabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X