facebook rss

Salvezza più vicina per Aerdorica,
arriva un’offerta per la privatizzazione

INFRASTRUTTURA – Allo scadere dei termini oggi alle 13, negli uffici della società gestore del Sanzio è stata depositata la documentazione da parte di un potenziale socio privato. Lunedì l'apertura ufficiale delle buste. Si resta in attesa dell'esito dell'istruttoria Ue sulla ricapitalizzazione della Regione da 25 milioni
Print Friendly, PDF & Email

 

Un enorme sospiro di sollievo per il futuro dell’aeroporto Sanzio.
Alle 13 di oggi si è chiuso con un’offerta il bando per la selezione del socio privato di maggioranza di Aerdorica.
Lunedì 7 alle 11 si procederà all’apertura della prima busta, al fine di verificare la regolarità della domanda partecipazione da parte dell’offerente.
Successivamente inizieranno i lavori della Commissione tecnica esaminatrice che verrà nominata da Aerdorica per addivenire alla aggiudicazione.
La documentazione verrà sottoposta alla stazione appaltante (Aerdorica) e successivamente alla ratifica dell’Assemblea degli Azionisti.
L’ informativa dell’aggiudicazione dovrà essere inviata alla Commissione UE da parte di Regione Marche, per consentire il completamento della istruttoria in materia di aiuto alla ristrutturazione. Da parte sua Aerdorica fornirà l’informativa agli organi della procedura concorsuale, i quali ne faranno l’uso di legge per garantire la migliore informazione del ceto creditorio.
Tutti questi tasselli dovranno incastrarsi alla perfezione ovvero l’auspicato ok della Commissione UE alla ricapitalizzazione da parte di Regione potrà dare copertura al piano concordatario presentato da Aerdorica e, solamente dopo l’omologa del concordato da parte del Tribunale – conseguente allo step dell’adunanza dei creditori del 14 marzo, durante la quale verrà sottoposta al voto la proposta concordataria – l’investitore privato farà il suo ingresso formale nella compagine societaria. La selezione del socio privato di maggioranza avverrà secondo i criteri espressamente previsti nel bando, principalmente finalizzati all’individuazione di un partner operativo. Al soggetto che risulterà aggiudicatario passeranno di fatto il controllo della società di gestione Aerdorica e la governance. «Si è concluso un altro passaggio importante che auspichiamo ci porti verso il compimento di questo percorso di rilancio di una infrastruttura strategica per il territorio − ha commentato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli −. Continua l’impegno per i delicati e importanti passaggi successivi perché abbiamo sempre lavorato per ridare a questo scalo un ruolo di primo piano per favorire lo sviluppo economico e produttivo delle Marche».

Nell’indagine di mercato che Aerdorica aveva svolto lo scorso giugno, tre gruppi avevano depositato altrettante offerte vincolanti: il fondo inglese Njord Partners, da sempre dato per favorito nella gara, la società spagnola di logistica Daccimet Hispania, che sembra invece essersi sfilata dalla competizione, e la compagnia aerea italiana Air Vallee, nel frattempo dichiarata fallita in appello dal Tribunale di Rimini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X