facebook rss

Da Bologna ad Ancona per
spacciare metanfetamina in cristalli:
quattro arresti

OPERAZIONE - Si tratta di un gruppo di filippini ammanettati questa notte nei pressi delle stazione dalle Volanti della polizia dopo essere scesi da un treno proveniente dall'Emila Romagna. Sotto sequestro una decina di grammi di Shaboo da fumare, droga dagli effetti devastanti. In tre sono finiti a Montacuto, uno è agli arresti domiciliari nel capoluogo dorico
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Da Bologna ad Ancona in treno per immettere sul mercato la shaboo, droga sintetica dagli effetti devastanti: quattro arresti della polizia. Il blitz è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì nei pressi della stazione ferroviaria. In manette è finito un gruppo composto interamente da filippini. Tre, domiciliati a Modena, sono stati portati a Montacuto e avevano preso un treno da Bologna per arrivare fino ad Ancona. Uno, residente nel capoluogo dorico, è agli arresti domiciliari. In tutto, sono stati sequestrati dieci grammi di stupefacenti, ritrovati in una consistenza simile a quella del sale da cucina e pronti per essere smerciati al dettaglio. Una dose da 0,1 grammo può anche costare 50 euro e gli effetti per il corpo e la psiche degli assuntori sono devastanti, superiori rispetto a quelli derivati dall’assunzione di cocaina. Il mercato dello shaboo, o cristal meth, sarebbe in mano a cittadini di origine orientale, di solito filippini o cinesi. E’ proprio dai paesi asiatici che proviene questo tipo di metanfetamina prodotta in laboratorio. Si tratta di una droga che dà immediatamente dipendenza e che provoca, tra le altre cose, mancanza di fame, sonno e comportamenti violento. E’ solitamente riprodotta in cristalli che poi possono essere fumati, tramite le pipe, o sniffati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X