facebook rss

Elezioni consiglio provinciale,
tre liste a contendersi la guida di Ancona

POLITICA – Nelle consultazioni di secondo grado del 3 febbraio, si sfideranno Unione Democratica, schieramento a trazione Pd che detiene la maggioranza uscente, Noi per la provincia, che riunisce i partiti del centrodestra, e Ancona provincia civica. Il Movimento 5 stelle non partecipa. Saranno chiamati a votare 662 consiglieri comunali. Ecco i nomi dei candidati
mercoledì 23 Gennaio 2019 - Ore 22:13
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Con il traguardo dell’Election day fissato per il 3 febbraio, i competitor nella corsa al Consiglio provinciale di Ancona iniziano a scaldare i motori. Saranno tre le liste che si sfideranno per accaparrarsi gli 11 posti vacanti – il 12esimo, quello del presidente, è già stato preso lo scorso 31 ottobre dal sindaco Pd di Cupramontana, Luigi Cerioni, trionfatore a tavolino in quanto unico nome in lizza – per un totale di 25 candidati. La lista più corposa è quella Unione Democratica, a trazione Pd, che detiene la maggioranza uscente e schiera due sindaci e 10 consiglieri comunali. Segue Noi per Ancona, che vede riuniti sotto lo stesso simbolo Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, con sette candidati e chiude l’elenco il listone civico Ancona provincia civica, che propone sei nomi.

Il Movimento 5 stelle ha invece scelto di disertare la tornata in tutta Italia, in protesta contro la Legge Delrio sulla riforma dell’Ente che «ha tolto la rappresentatività diretta − si legge sul Blog delle stelle −. Questi organi politici sono ora composti da sindaci e consiglieri comunali che si eleggono tra loro. è il festival delle correnti e degli accordi tra i partiti».
Dal l canto suo, il centrodestra ha giocato d’anticipo e ha già presentato in conferenza stampa, la scorsa settimana, che intende spendere in questa tornata elettorale che, va ricordato, è indiretta. Non sono infatti i cittadini ad essere chiamati alle urne, ma i 662 consiglieri comunali della provincia dorica. Si tratta dei consiglieri comunali in quota Lega Antonella Andreoli (Ancona) e Primiano Troiano (Numana), dell’assessore al comune di Numana, Romina Braconi, del coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Lorenzo Rabini, affiancato dalla compagna di partito e consigliera a Chiaravalle Fabiola Ceccarelli, che aveva anche corso per lo scranno di sindaco alle ultime Amministrative. Ci sono poi il forzista Alan Canestrari, consigliere a Senigallia, e Mario Araco (Osimo).
L’esercito dei 12 candidati di Unione Democratica, che vuole riottenere la maggioranza in Provincia, è invece composto, oltre che dai sindaci Annalisa Del Bello e Andrea Storoni (Camerano e Ostra), dai consiglieri comunali (in rigoroso ordine alfabetico) Silvia Badiali (Maiolati Spontini), Bruna Ballarini (Monte San Vito), Lorenzo Catraro (ex segretario regionale del Psi e consigliere a Castelfidardo), Tommaso Fagioli (Ancona), Lorenzo Fiordelmondo (Jesi), Mirella Giangiacomi (Ancona), Andrea Giombi (Fabriano), Laura Luciani (Falconara) Renzo Stroppa (Fabriano) e Diego Urbisaglia (Ancona).
La terza ed ultima lista, Ancona provincia civica, vede tra i pesi massimi Stefano Tombolini, candidato sindaco ad Ancona nelle Amministrative di giugno, alla guida della coalizione di centrodestra, ma sconfitto poi al ballottaggio da Valeria Mancinelli. Insieme a lui, scendono in campo i consiglieri Alessandra Boldreghini (Morro D’Alba), Mauro Bedini (Senigallia), Giorgia Fiorentini (Falconara), Marco Giampaoletti (Jesi) e Vilma Profili (Senigallia).

(Ma. Mar.)

Elezioni provinciali, il centrodestra presenta la lista dei candidati al Consiglio

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X