facebook rss

Alberi caduti dopo la tempesta
Le Liste civiche presentano
un ordine del giorno

OSIMO - Con il documento si impegnerà l'amministrazione comunale affinchè venda predisposto un programma di manutenzione a tutela del patrimonio arboreo. La capogruppo Monica Bordoni: «A distanza di 10 giorni dall'evento atmosferico, nessuna ordinanza inoltre è stata pubblicata per prendere provvedimenti in merito ai tetti di eternit volati via»
Print Friendly, PDF & Email

 

«A distanza di 10 giorni dall’allerta meteo ancora ci sono grossi tronchi di alberi adagiati lungo i terreni in prossimità di strade principali della città, non segnalati, che potrebbero scivolare nelle carreggiate stradali, oltre che molti alberi presentano ancora dei rami piegati o rotti e pericolanti. Ci sono alberi e piante non cadute ma con il tronco visibilmente in obliquo, come ci possono essere piante che hanno allentato la loro stabilità e potrebbe bastare un semplice temporale per farlo cadere». La capogruppo consiliare delle Liste civiche, Monica Bordoni, annuncia il deposito di un ordine del giorno in materia di messa in sicurezza del territorio dopo la tempesta del 9 Luglio scorso.

La capogruppo Monica Bordoni (liste civiche)

«Riteniamo che il Patrimonio arboreo sia molto importante da tutelare e che un programma di manutenzione ordinaria vada fatto,- spiega la consigliera- riteniamo che il Comune debba vigilare sui proprietari confinanti con le strade pubbliche affinché provvedano alla manutenzione delle piante che insorgono ai margini delle stesse strada, a salvaguardia della pubblica incolumità con riferimento alla stabilità della pianta stessa , ai rami che protendono sulla carreggiata stradale o che nascono la segnaletica. Riteniamo che a distanza di 10 giorni dall’evento atmosferico senza precedenti , nessuna ordinanza è stata pubblicata per prendere provvedimenti in merito ai tetti di eternit volati via o che hanno subito danni , che ancora sono da copertura in tanti edifici pubblici e privati osimani, magari coinvolgendo anche i proprietari dei terreni agricoli interessati affinché sospendano l’attività agricola ove necessario, e si proceda in una operazione di bonifica, ai fini della salvaguardia e tutela della salute pubblica ed ambientale».

Alberi caduti a Jesi

Per tutte queste motivazioni le Liste civiche hanno ritenuto opportuno presentare un odg,«Passata l’emergenza del maltempo bisogna che ci si concentri alla messa in sicurezza degli alberi caduti, di quelli con problemi di stabilità ancora in piedi in prossimità delle strade, della messa in sicurezza idrogeologica, alla pulizia dei fossi nonché della messa in sicurezza degli edifici e dei tetti con eternit. – fa osservare Monica Bordoni – Se la tempesta fortunatamente non ha fatto grandi danni alle persone non vorremmo che il pericolo ci sia quando meno te lo aspetti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X