facebook rss

«Dobbiamo lasciare i gioielli a casa sua»
Truffatrici messe in fuga
da due anziane

ANCONA - Due tentativi di raggiro messi in scena ieri tra il viale della Vittoria e via Cardeto ai danni di altrettante vecchine che, però, non sono cadute nel tranello
sabato 14 Settembre 2019 - Ore 14:55
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

«Signora, abbiamo lavori in casa e abbiamo paura di lasciare incustoditi i nostri gioielli raccolti in questo cofanetto. Possiamo affidarli a lei?» E’ questa la scusa utilizzata ieri pomeriggio da due donne, tra i 40 e i 50 anni, che hanno tentato di trarre in inganno altrettante anziane con lo scopo di intrufolarsi nella loro casa e depredarla. Sui casi stanno indagando gli agenti delle Volanti della questura. Il primo intervento c’è stato poco prima delle 17 al viale della Vittoria, dove una 80enne aveva segnalato di essere stata fermata da due donne mentre portava a spasso il cane. « Signora, c’è sua figlia? Le spiego, abbiamo dei lavori in casa e abbiamo paura che spariscano i nostri oggetti preziosi che abbiamo raccolto in questo cofanetto..vede?Avevamo preso accordi con sua figlia che ce li avrebbe tenuti lei a casa sua». Il primo tentativo, posto in essere dalle due donne, non andava a buon fine grazie al comportamento della potenziale vittima.  Poco dopo, in via Cardeto, perveniva la segnalazione da parte di un’altra anziana che riferiva che poco prima, mentre si trovava sul balcone di casa, veniva contattata da due donne le quali, dalla strada, le chiedevano di poter salire per parlarle. Una volta entrate nell’abitazione, entrambe le mostravano un cofanetto a loro dire pieno d’oro chiedendole se poteva conservarlo in casa in quanto avevano in corso dei lavori di ristrutturazione del loro appartamento. «Però mi raccomando, lo può conservare vicino ai suoi oggetti preziosi? dove li tiene?». A quel punto la donna rispondeva di non avere oro od oggetti preziosi in casa ed anzi, col passare dei minuti, realizzando che probabilmente si trovava di fronte a due truffatrici, con coraggio, le invitava ad uscire.  Queste ultime, vista la situazione, si allontanavano velocemente dal posto.  Sui fatti sono in corso le indagini da parte della Squadra Mobile.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X