facebook rss

Ha 13 anni la mini sindaca
di Maiolati Spontini

IL CONSIGLIO comunale dei ragazzi sarà presieduto da Diana Munteanu, alunna della classe terza della secondaria di primo grado di Moie. In questi anni hanno ricevuto la fascia tricolore simbolica quattro ragazzi e tre ragazze
Print Friendly, PDF & Email

 

 

È la giovane Diana Munteanu, un’alunna della classe terza della secondaria di primo grado di Moie, il nuovo sindaco del Consiglio comunale dei Ragazzi, che si è insediato questa mattina (venerdì 13 dicembre), nella bella cornice dell’auditorium del Polo scolastico di via Venezia, alla presenza del sindaco Tiziano Consoli, dell’assessore alla Pubblica istruzione Beatrice Testadiferro, della dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Carlo Urbani” Patrizia Leoni, della referente del progetto Andreina Carnuccio e degli altri insegnanti di classe. Il Consiglio, quello votato da 359 studenti dell’istituto comprensivo “Carlo Urbani”, più “rosa” di sempre, visto che su 20 rappresentanti eletti, ben 12 sono ragazze, mentre erano 9 nell’assemblea che ha appena terminato il suo mandato. Ma non basta. Diana è la quarta sindaco-ragazza consecutiva, visto che è stata preceduta da Greta Tassi, presente alla cerimonia e dalla quale ha ricevuto la fascia, da Letizia Troiano (eletta nel 2015) e da Giulia Nisi (nel 2013). Nato nell’anno scolastico 2001-2002, il Consiglio comunale dei Ragazzi è stato istituito dal Comune di Maiolati Spontini con l’obiettivo di promuovere la cultura della cittadinanza attiva, i valori della libertà e della legalità e di sviluppare un rapporto concreto ed equilibrato fra regole sociali e comportamenti concreti.

Valori su cui gli studenti hanno riflettuto e lavorato in classe, insieme con i docenti, anche attraverso l’elaborazione di programmi, con cui si sono presentati per ottenere le preferenze necessarie ad essere eletti. La lista n.2, quella che ha espresso il sindaco Diana Munteanu, aveva come slogan: “Sport, cultura, ambiente: una scelta intelligente!”. Il sindaco Consoli ha ringraziato l’ormai ex sindaco Greta Tassi, rimasta in carica negli ultimi due anni, facendole dono di una pergamena e della preziosa medaglia commemorativa che ricorda il duecentesimo anniversario dalla prima rappresentazione del Fernando Cortez di Spontini. Ha poi augurato buon lavoro a Diana, cui ha donato il libro di Andrea Carloni “Le Marche a 5 cerchi, da Atene 1896 a Vancouver 2010”, e ha incoraggiato i giovani consiglieri affinché “affrontino questa esperienza, così importante – ha sottolineato Consoli – con entusiasmo e con spirito di partecipazione e di confronto”.

L’assessore Beatrice Testadiferro ha osservato come “la presenza del consiglio comunale composto da ragazzi e da ragazze dell’istituto comprensivo Carlo Urbani è un presidio di educazione civica e di democrazia, è una piccola palestra che allena al senso delle istituzioni e della buona cittadinanza. Il comune di Maiolati Spontini, primo nelle Marche, ha istituito il consiglio comunale dei ragazzi nel 2002 per volontà dell’allora assessore alla Pubblica istruzione Flaviano Guerro e con il sostegno del dirigente scolastico Pezzimenti. E da allora il consiglio comunale dei ragazzi ha sempre lavorato sui temi della legalità e della cittadinanza, grazie all’impegno degli insegnanti referenti, al sostegno delle Amministrazioni che si sono succedute e grazie al coinvolgimento di tanti alunni e alunne che hanno pensato e scritto i programmi e che si sono candidati”.

Ecco i nomi dei consiglieri, a partire dai più votati. Sono consiglieri di maggioranza Flavia Fenucci, Ludovico Maltempi, Mattia Tassi, Edoardo Lovascio, Carlo Piccioni, Emanuel Tassi, Gabriel Cerabona, Sophia Domestico, Sara Giuliani, Maria Corradi, Giorgia Fiordelmondo, Eleonora Catalani, Sofia Telmo e Michela Lampa. Sono stati eletti come consiglieri di minoranza, invece, Carolina Di Lodovico, Lara Fabbretti, Viola Ferazzani, Gabriele Spararo, Badr Ouertatani e Erica Renzi. La lista che ha espresso come sindaco la giovane Munteanu ha vinto con un programma molto ambizioso, che toccava diversi ambiti, dalle politiche ambientali allo sport e tempo libero, dall’intercultura all’assistenza ad anziani e persone in difficoltà. Fra le proposte, l’organizzazione di squadre, ogni due settimane, su base volontaria, per la pulizia dei parchi cittadini, la piantumazione di un albero all’anno, vicino al quale sotterrare una cassetta del tempo da riaprire dopo vent’anni, la creazione di casette di legno per lo scambio dei libri, l’istituzione di un “Mese dell’Intercultura” con iniziative legate ai vari continenti. E inoltre: attività laboratoriali nella Casa di riposo “G. Spontini”, corsi di informatica per i nonni nei locali della scuola, ma anche l’installazione di specchi nei bagni delle ragazze e uno School’s got talent, con tanto di esibizioni e giuria da programmare nell’ultimo giorno di scuola. In questi anni hanno ricevuto la fascia simbolica di sindaco quattro ragazzi e tre ragazze: Luca Marinelli (2002), Sebastiano Mazzarini (2006), Giuseppe Devanna (2009), Michele Meloni (2011), Giulia Nisi (2013), Letizia Troiano (2015) e Greta Tassi (2017). Hanno partecipato alla vita della comunità maiolatese intervenendo nelle cerimonie pubbliche e nelle ricorrenze più importanti a fianco del sindaco votato dai cittadini.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X