facebook rss

Marche 2020, Arrigoni (Lega):
«L’annuncio della candidatura di Acquaroli?
Uscita discutibile di Fratelli d’Italia»

ELEZIONI - Il responsabile regionale del Carroccio si dice stupito della fuga in avanti degli alleati
Print Friendly, PDF & Email

 

Paolo Arrigoni

Paolo Arrigoni

 

«Non so se quello di Acquaroli sia un nome concordato. Di sicuro il metodo di FdI lascia un po’ il tempo che trova perché credevo avrebbero sottoposto al tavolo nazionale proposte di candidature su cui poi esprimere gradimento, invece ho appreso dalla stampa che il candidato è solo uno». Paolo Arrigoni, commissario regionale della Lega, sentito al telefono non nasconde un certo disappunto per l’uscita degli alleati di FdI di poche ore fa. Proprio mentre era in diretta su Sky Tg24 per un confronto sulla cannabis light, infatti, il partito della Meloni ha annunciato il nome di Francesco Acquaroli come candidato governatore del centrodestra per Marche 2020. Auspicando lealtà da Lega e Forza Italia in nome di quell’accordo nazionale stipulato mesi fa. E così ora, quello che era solo un sospetto nascosto tra le righe del comunicato stesso, diventa qualcosa di concreto: la fuga in avanti di FdI non chiude i giochi per le prossime elezioni regionali. «Per quello che mi compete – conclude laconico Arrigoni – avrei gradito apprenderlo in modo diverso. Al di là dei miei auspici, in qualità di commissario della Lega nelle Marche, condivido ciò che decide Matteo Salvini al tavolo nazionale».

Giorgia Meloni e Francesco Acquaroli

Con l’Emilia Romagna da tempo assegnata alla Lega e la Calabria a Forza Italia, FdI si è sentita in diritto di rivendicare le Marche e la Puglia come era stato stabilito. E infatti oggi la segretaria nazionale ha annunciato le candidature di Acquaroli e Fitto. Ma evidentemente nelle ultime settimane i progetti, versante Carroccio, sono cambiati. Tra gli indizi, l’incontro di Salvini col sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica, la visita dello stesso Salvini ad Ancona lunedì e le parole di Arrigoni di ieri, quando ha parlato di una rosa di nomi candidabili e del fatto che i tavoli per le regioni al voto in primavera sono ancora aperti. Probabilmente la nuova idea del leader della Lega era quella di tenersi anche le Marche e concedere a FdI un’altra regione. Vista l’uscita degli alleati di oggi però ora appare più complicato tornare indietro.

FdI rivendica le Marche: «Sarà Francesco Acquaroli il candidato del centrodestra»

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X