facebook rss

Fondi europei, il Pd contrattacca:
«Dalla destra solo propaganda»

IL SEGRETARIO regionale dei dem Giovanni Gostoli replica alle accuse dopo l'analisi del Sole 24 ore: «Le Marche sono tra le regioni più efficienti d'Italia»
Print Friendly, PDF & Email

 

Giovanni Gostoli

 

«Sui fondi europei le Marche sono tra le regioni più efficienti in Italia. Non è vero come dicono alcuni esponenti di destra che siamo maglia nera. È solo propaganda». Con queste parole Giovanni Gostoli, segretario regionale del Pd, rispedisce al mittente le critiche piovute dal centrodestra,  per quanto riguarda l’analisi del Sole 24 ore sull’utilizzo dei fondi europei, che collocava la nostra regione agli ultimi posti in Italia. «Le Marche – continua Gostoli – hanno raggiunto l’obiettivo di spesa del 2019 previsto dall’Unione europea per il Por Fesr 2014/2020 già nel mese di maggio 2019. Un traguardo che doveva essere raggiunto entro l’anno e la Regione Marche, invece, ha centrato l’obiettivo con sette mesi e mezzo di anticipo rispetto a quanto richiesto. Così pure nel 2018. Con il terremoto, poi, ai 337 milioni legati alla programmazione si sono aggiunti altri 248 milioni di fondi non ordinari legati al sisma. Su questi c’è un rallentamento della certificazione, non erogazione, ma grazie ai bandi già fatti su progetti di qualità le risorse sono già quasi tutte attivate. Quindi se non consideriamo i fondi assegnati dopo il terremoto siamo tra le prime regioni d’Italia. Le risorse attivate al 30 novembre 2019 sono 548,7 mln di euro rispetto alla dotazione di 585,4 mln di euro, cioè pari al 94%. Nell’Italia che fatica a spendere e spendere bene le risorse europee questi risultati dovrebbero essere motivo di orgoglio per tutti, a prescindere dal colore politico. La nostra regione, insieme ad altre realtà, possono testimoniare l’efficienza e la capacità di cogliere le opportunità per sostenere lo sviluppo dell’economia che in questi anni ha vissuto il periodo difficile di sempre e come nessun altro a causa di eventi straordinari: prima la tra crisi economica e la crisi dei distretti produttivi, più quella del credito e di Banca Marche a cui si è aggiunto il terremoto più drammatico della storia». Quindi l’attacco politico agli avversari.  «Le marchigiane e i marchigiani meritano di più di questo sciacallaggio politico della destra – contrattacca Gostoli – Parlano di efficienza, ma laddove di recente hanno vinto le elezioni regionali i fatti dimostrano il contrario e hanno perfino bloccato il bilancio regionale. Umbria, Sardegna, Basilicata: tutte regioni governate dalla Lega e Fratelli d’Italia in esercizio provvisorio, perché i Consigli regionali non hanno approvato il bilancio. Nelle Marche, invece, il bilancio regionale è stato approvato. Con meno tasse regionali e più investimenti. Un bilancio sano e virtuoso che ha diminuito il debito e liberato risorse importanti per i marchigiani.
Modello Lega in Regione? No grazie, noi siamo con orgoglio le Marche».

 

Utilizzo dei fondi europei «Marche maglia nera in Italia, Ceriscioli è al capolinea»

</

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X