facebook rss

Acquisti online con gli assegni rubati,
denunciato un 50enne

CHIARAVALLE - Il 50enne aveva comperato dei capi di abbigliamento e scarpe griffati pagando con un blocchetto di titoli di credito non suoi e si registrava sotto falso nome. I carabinieri sono risaliti a lui dopo approfondite indagini. Deve rispondere dei reati di truffa e ricettazione
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri della Stazione di Chiaravalle con la merce sequestrata

 

Acquistava scarpe griffate e accessori d’abbigliamento alla moda dai siti internet usando falso nome e pagando con un blocco degli assegni rubato. Ma il truffatore è stato incastrato dai Carabinieri della Compagnia di Jesi. L’uomo, italiano 50enne residente fuori dalle Marche, è stato intercettato dai Carabinieri della Stazione di Chiaravalle mentre si aggirava per le strade della cittadina montessoriana con in tasca un blocchetto degli assegni rubato e alcune scatole di scarpe griffate, presumibilmente acquistate poco prima pagando con un assegno. I militari, dopo averlo sottoposto a controllo e identificazione, hanno avviato una rapida attività investigativa dalla quale è emersa la condotta fraudolenta dell’uomo: con ogni probabilità acquistava online sui siti di vendita dei prodotti griffati, si registrava sotto falso nome e pagava la merce con gli assegni provento di furto. L’uomo è stato quindi denunciato per truffa e ricettazione. La merce che aveva con sé è stata sequestrata. L’ipotesi degli investigatori è che i prodotti griffati acquistati con assegni rubati potessero poi essere reimmessi sul mercato parallelo delle vendite in concorrenza sleale, a discapito delle attività commerciali che poi, nell’incassare l’assegno, si sarebbero trovate di fronte alla truffa con un ingente danno. Sono in corso ulteriori verifiche per ricostruire la rete con cui il truffatore si muoveva nell’ambito dell’e-commerce. L’attenzione da parte dei Carabinieri della Compagnia di Jesi per prevenire le truffe, specie ai danni di soggetti deboli come gli anziani, resta sempre molto alta su tutto il territorio. 
tafre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X