facebook rss

Maestra stroncata da un malattia,
addio a Cristina Giacanella

SAN SEVERINO - Aveva 64 anni ed era la moglie dell'imprenditore Fabrizio Grandinetti, in passato vice presidente del consiglio regionale. Insegnava alla Mestica di Jesi
Print Friendly, PDF & Email

 

Cristina Giacanella

 

San Severino piange la maestra Cristina Giacanella, stroncata a 64 anni da un malattia fulminea che non le ha lasciato scampo nel giorno in cui la città festeggia il santo patrono. Lascia il marito Fabrizio Grandinetti, storico imprenditore settempedano e conosciutissimo per il suo impegno politico, in passato vicepresidente del consiglio regionale, i figli Gaia e Oliviero, i quattro adorati nipotini e il fratello Francesco. Il funerale si terrà domani pomeriggio alle 15,45 nella chiesa della Madonna dei Lumi, la celebrazione sarà presieduta dal cardinale Edoardo Menichelli. Da poco più di un anno e mezzo la famiglia si era trasferita a Jesi, dove vive anche la figlia e lì Cristina Giacanella stava insegnando alle elementari Mestica, il suo ultimo anno di servizio prima della pensione. Era legatissima al marito ed ai figli, ad intere generazioni di piccoli alunni settempedani ha impartito i suoi insegnamenti. Si era sempre fatta benvolere da colleghi ed alunni, grazie al suo carattere di grande gentilezza e sensibilità, il vedere l’insegnamento come una missione ancora prima che un lavoro. Era una donna sempre sorridente, aveva una parola gentile e grande umanità verso il prossimo. A San Severino aveva dedicato un libro, era stata consigliera dell’associazione dei maestri cattolici e vicepresidente del Nastro Azzurro provinciale, dato che il padre era stato decorato al valore militare. In sua memoria il marito ed i figli hanno deciso di istituire una borsa di studio, per la scuola primaria di San Severino. «Il tempo della tua vita è scivolato via silenzioso, ma il tuo ricordo è già risonante per noi che ti abbiamo amato. Ti è mancata la fortuna, non certo il valore», la ricordano la cognata Olivia Grandinetti ed altri parenti.

(m.o.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X