facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Vinicio Marchioni è Caligola
sul palco del teatro Gentile

FABRIANO - L'attore, interprete e regista dell'opera di Albert Camus, reciterà in città il 31 luglio per la ventiduesima edizione del Tau Teatri Antichi Uniti
Print Friendly, PDF & Email

Vinicio Marchioni

 

 

Mercoledì 22 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia per la ventiduesima edizione del Tau Teatri Antichi Uniti – un prezioso luogo di incontro tra le ricchezze archeologiche della regione e i contenuti di spettacolo promosso da Amat circuito multidisciplinare di teatro, musica, danza e circo delle Marche, Regione Marche, MiBact e i Comuni del territorio – giunge Vinicio Marchioni interprete e regista di Caligola di Albert Camus. Per lo spettacolo – prodotto da Anton Produzioni – si tratta di un debutto in prima assoluta in forma di studio e sarà di nuovo al Tau il 31 luglio al Teatro Gentile di Fabriano. «Come si sopravvive alla necessità di fare rappresentazione, qualsiasi essa sia, in un periodo in cui il fare Teatro è così difficile? – si domanda Vinicio Marchioni – questo studio su Caligola è l’occasione per indagarne la necessità linguistica, la sua scrittura sinfonica. Caligola è corpo linguistico, rappresentazione politica, filosofica, poetica e teatrale di sé, attraverso il linguaggio. Carne, potere, follia, amore e sangue in parola. Parola che si fa azione, drama, commedia e tragedia. Caligola è demiurgo, vittima e carnefice, folle e lucidissimo al contempo, sterminatore in nome della libertà e della purezza, disperato e mosso dalla perdita dell’amore nato dall’incesto, clow cinico e beffardo, desposta al centro di una congiura, istigatore della propria esecuzione, spettatore e protagonista, filosofo e poeta, assassin e tiranno, vita e morte. Così come Caligola (testo) è composto dalle voci/funzioni/personaggi che lo animano, il Caligola (personaggio) è animato dalle infinite voci dei suoi mostri interni. Un’unica voce onnivora, disgregata dalla follia. Una sinfonia testuale che smembra il suo protagonista, avvinghiandoci al suo folle progetto di oltrepassare le regole della vita». Ideazione scenica, costumi e performer Milena Mancini, luci Giuseppe D’Alterio. Il Tau rispetta tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid previste dalla normativa vigente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X