facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Era frequentato da pregiudicati,
chiuso un alimentari alla stazione

ANCONA - La polizia ha applicato il provvedimento del questore. Per il negozio di cibi etnici la serranda rimarrà abbassata per 15 giorni
Print Friendly, PDF & Email

La polizia durante l’intervento in piazza Rosselli

 

 

Proseguono i controlli da parte della polizia per garantire la sicurezza in città ed il rispetto delle norme anti assembramento dettate a seguito della pandemia Covid.
Questa mattina, gli agenti della divisione Pasi ( Polizia Amministrativa e Sociale e dell’Immigrazione) hanno notificato il provvedimento, che prevede la chiusura di 15 giorni, ad un locale in piazza Rosselli, nella zona della stazione ferroviaria.
Il provvedimento è stato emesso dal questore seguendo quanto disposto dall’articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza poiché il negozio, un alimentari etnico, era meta di persone gravate da precedenti penali.
Il locale era stato sorvegliato più volte per verificare che le norme anti Covid venissero rispettate e, proprio durante i controlli, è emerso come queste fossero poco rispettate e come l’alimentari venisse continuamente frequentato da pregiudicati.
Quello di oggi è il quarto locale momentaneamente chiuso dalla polizia dalla fine del lockdown. Chiusure che avvengono per garantire la sicurezza dei cittadini e il rispetto dell’ordinanza sindacale che vieta inoltre la vendita di alcol da asporto dopo un determinato orario per evitare l’abbandono di bottiglie in strada o risse tra più persone spesso ubriache, come quella recentemente avvenuta in corso Carlo Alberto tra alcuni sudamericani che si sono affrontati alle 3 di notte.

(Al. Big.)

La polizia durante l’intervento in piazza Rosselli

 

La polizia durante l’intervento in piazza Rosselli

 

La polizia durante l’intervento in piazza Rosselli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X