facebook rss

L’appello del sindaco ai genitori:
«Contagi in crescita, fate uscire di casa
i ragazzi per lo stretto necessario»

OSIMO - Stamattina Simone Pugnaloni ha partecipato in videoconfernza alla riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica convocata dal prefetto. In città registrati 212 positivi e 426 persone in quarantena
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della riunione online del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata stamattina dal prefetto di Ancona con sindaci e forse dell’ordine

 

 

Il prefetto di Ancona ha convocato stamattina, in modalità video conferenza una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica con i sindaci e le forze dell’ordine. I contagi da Sars CoV2 continuano a crescere un po’ in tutte le città della provincia di Ancona. All’incontro ha partecipato anche il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni.

Il sindaco Simone Pugnaloni

«Ad oggi sono 212 i casi di positivita’ e 426 complessivamente in isolamento domiciliare. I numeri continuano a crescere, rispettiamo le regole – scrive Pugnaloni – La Polizia locale di concerto con Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza sono impegnati da giorni a presidiare le vie del centro ogni giorno, dal lunedi al venerdi, intensificando gli orari nei week end. Rivolgo un appello ai genitori ed agli insegnanti per chiedere agli adolescenti di rispettare le regole. Gli adulti stanno dimostrando buon senso, portano la mascherina, rispettano il distanziamento, evitano gli assembramenti, escono per il necessario. Cosi devono fare anche i giovani, mi raccomando». Nella città dei senza oltre oltre alle diverse classi che nelle ultime settimane sono state messe in quarantena con gli insegnanti dopo la segnalazione di positivi al test del tampone, sono stati isolati nel tempo casi tra i dipendenti comunali, di una società partecipata, alla casa di riposo Grimani Buttari e all’ospedale Inrca-Osimo. Il virus viaggi ormai ovunque e solo il rispetto severo delle misure anti-contagio, possono frenare la sua corsa.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X