facebook rss

Emergenza Covid a Castelfidardo:
triplicati i contagi in una settimana

IL SINDACO Roberto Ascani stamattina ha comunicato che sono 96 le persone positive e 80 in quarantena. Nessun caso di positività alla casa di riposo mentre segnala «un ritardo notevole nell’ufficializzazione della Regione sui casi nelle scuole e questo crea disagi». In arrivo contributi comunali per le attività costrette alla chiusura dal Dpcm del 24 ottobre
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani

 

 

Triplicati in una sola settimana i contagi da Covid 19 anche a Castelfidardo, «in linea con la tendenza regionale e nazionale i casi stanno aumentando di giorno in giorno» sottolinea il sindaco Roberto Ascani. Proprio stamattina il primo cittadino fidardense ha comunicato che sono 96 le persone positive e 80 in quarantena. «Ma la situazione di salute dei soggetti positivi non presenta gravi criticità. Ufficialmente risultano 2 persone ricoverate ma in fase di miglioramento della condizione respiratoria e nessuno in Terapia intensiva» sottolinea il sindaco precisando inoltre che in questa seconda ondata di epidemia «nella Casa di riposo ed Rsa non si registrano casi positivi al momento e questo ci rincuora perché lì risiedono i nostri cari più fragili». Sul fronte scuola invece qualche caso è segnalato ed il sindaco lamenta «un ritardo notevole nell’ufficializzazione della Regione sui casi positivi. Domenica mattina ci siamo riuniti con i dirigenti al fine di limitare il disagio delle famiglie e degli studenti. Questo costituisce un problema sia per il dirigente che non può mettere in quarantena la classe in maniera tempestiva, sia per il sindaco che non può procedere ad ulteriori limitazioni che evitino la diffusione del contagio nell’intero plesso scolastico».

Roberto Ascani invece intende rassicurare sulla situazione del Comune «in quanto stanno circolando notizie che sia scattato l’Sos all’interno del municipio. Tutti i servizi sono garantiti e l’unico dipendente positivo è stato posto in isolamento. Tutto il personale dell’ufficio ha effettuato il tampone ed è risultato negativo, questo anche grazie al rispetto scrupoloso delle misure di contenimento e ad un proficuo utilizzo della turnazione e dello smart working. Nonostante sia scongiurato il pericolo di interruzione di servizi fondamentali come l’ordine pubblico la situazione si sta evolvendo e l’attenzione resta massima». Le ultime considerazione sono dedicate alle attività commerciali colpite dalle chiusure anticipate del Dpcm dello scorso 24 ottobre. «Per quello che attiene al ristoro delle attività economiche, scuole da ballo e associazioni sportive, – scrive il sindaco di Castelfidardo – confermo che stiamo lavorando per l’erogazione di un contributo in tempi certi e veloci. Nel giorno dell’Unità nazionale e delle Forze Armate colgo l’occasione per sottolineare l’importanza nel portare rispetto, gratitudine e fattiva collaborazione a tutti i corpi militari. Dalla Polizia locale ai più importanti corpi militari del paese in questo momento difficile ringrazio per il conforto che ci donano ogni giorno».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X