facebook rss

Covid, 697 nuovi casi nelle Marche
Acquaroli: «Il nostro indice Rt è in calo
rispetto alla scorsa settimana»

IL BOLLETTINO del servizio Sanità - Nelle ultime 24 ore analizzati 2.185 test nel percorso nuove diagnosi, contagi in tutte le province. I sintomatici sono 112. Nella casa di riposo di Santa Maria Nuova 28 ospiti contagiati su 31, 21 positivi a Sassoferrato. Classi in quarantena a Jesi, Senigallia e Castelfidardo
Print Friendly, PDF & Email

 

gores-5-650x282

La curva dei contagi nelle Marche (clicca sull’immagine per leggere il report completo)

 

Sono 697 i nuovi casi di Coronavirus nelle Marche. E’ quanto comunicato dal servizio Sanità della Regione nel primo bollettino di giornata, dopo l’esame nelle ultime 24 ore di 3.842 tamponi: 2.185 nel percorso nuove diagnosi e 1.657 nel percorso guariti. Un’incidenza di positivi sul totale di test che è dunque al 31,9%, ieri era al 31%. I contagi sono stati registrati: 109 nella provincia di Macerata, 218 nella provincia di Ancona, 51 nella provincia di Pesaro-Urbino, 92 nella provincia di Fermo, 203 nella provincia di Ascoli Piceno e 24 da fuori regione. Casi che comprendono «soggetti sintomatici (112 casi rilevati), contatti in setting domestico (155 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (198 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (17 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/divertimento (34 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (8 casi rilevati), contatti in setting scolastico/formativo (19 casi rilevati), screening percorso sanitario (13 casi rilevati) e 2 rientri da altra regione. Per altri 139 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche», precisa la Regione.

A Santa Maria Nuova, la casa di riposo registra 28 anziani positivi su 31 ospiti, alcuni sono asintomatici. La situazione è stata presa in carico dai medici e dagli infermieri delle Usca. Segnalati casi di contagio anche tra il personale della Rsa. Venerdì scorso, in via precauzione, il sindaco Alfredo Cesarini , dopo contatti telefonici, ha inviato una lettera all’assessore alla Sanità della Regione Marche Saltamartini nella quale ha illustrato la situazione all’interno della struttura, questo per essere pronti ad intervenire in maniera rapida ed efficace qualora vengano rilevate dal personale sanitario situazioni particolarmente critiche per gli ospiti. «Monitoriamo costantemente la situazione in contatto con il personale sanitario e la cooperativa Polis che ha la gestione della struttura. Sono giorni difficili, le notizie che giungono da ospedali e strutture simili alla nostra sono note a tutti e crediamo sia facilmente intuibile l’enorme impegno che tutti stanno mettendo per uscire da questa situazione complicata – spiega il sindaco – Questa settimana si è avuta una impennata del numero di persone in quarantena e positive (108); da tre giorni la situazione si è stabilizzata e ora siamo in regresso. Si raccomanda a tutti di non abbassare la guardia, di rispettare le regole e di usare la massima diligenza. Ad oggi, 6 novembre questa e’ la situazione: persone positive 57 (di cui 28 in casa di riposo) e persone in quarantena 30».

A Jesi nuove classi in quarantena dopo il riscontro di casi di positività al tampone alla Primaria Martiri della Libertà con didattica a distanza già attivata. Anche a Castelfidardo ci sono altre tre classi in quarantena,distribuite tra l’asilo Montessori, la primaria Dalla Chiesa e la primaria Montessori. Altre classi in quarantena anche a Senigallia alle scuole Menchetti e all’asilo Biancaneve. La situazione di Sassoferrato, prospettata ieri dal sindaco Maurizio Greci registra 4 nuovi casi di positività al Covid-19 sul territorio comunale «Pertanto, sono complessivamente 21 i soggetti attualmente positivi al Coronavirus; si comunica, inoltre, che il numero di persone sottoposte a quarantena fiduciaria è pari a 55.- specifica il sindaco – La situazione complessiva è sotto controllo; si invitano, ad ogni buon conto, i cittadini a seguire scrupolosamente le prescrizioni già fornite nelle scorse settimane, nonché alle norme vigenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19»

Sul fronte ospedaliero, sempre a Senigallia ieri i posti già occupati di semi-intensiva erano 4 su 5 disponibili mentre i letto Covid all’ex Ortopedia occupati erano 22 ed hanno ospitato pazienti provenienti da altri ospedali come il Carlo Urbani di Jesi. Sospesa l’attività chirurgiche ambulatoriali programmate e di Day Surgery mentre continuano ad essere eseguiti gli interventi non procrastinabili.

 

Il governatore Francesco Acquaroli

Ed è proprio il governatore, Francesco Acquaroli, in un post sul suo profilo Facebook a specificare: «Come sapete, le Marche si trovano nella fascia “gialla”. Questo ci conferma che la nostra situazione, seppure con molti contagi al giorno, resta oggi sotto controllo, e ci da un forte incoraggiamento a fare tutto il possibile per stabilizzare e poi appiattire la curva del contagio. Abbiamo appreso oggi che il nostro indice Rt è di 1,25, in calo rispetto alla scorsa settimana. Adesso siamo chiamati tutti ad un grande gioco di squadra, perché la responsabilità di ciascuno di noi si riflette nelle persone che amiamo e che ci circondano ogni giorno. La fascia “gialla” è una libertà che dobbiamo impegnarci tutti per mantenere. Teniamo duro, rispettiamo le regole, facciamo tutti uno sforzo maggiore nelle prossime settimane e presto sconfiggeremo questo brutto virus. Possiamo farlo soltanto insieme». Nel frattempo, è stata avviata a Corridonia la procedura di controllo su tutti i dipendenti comunali dopo che uno di loro è risultato positivo al coronavirus. Effettuati tamponi rapidi su base volontaria per monitorare la situazione e prevenire l’eventuale diffusione. Sono tutti negativi i 18 ospiti della casa di riposo, gli operatori sono in attesa degli esiti degli esami. Al link il bollettino completo del Servizio Sanità della Regione Marche.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X