facebook rss

«Tpl Osimo, quale futuro?»
Le Liste civiche interrogano

IL GRUPPO consiliare dei movimenti civici ha depositato oggi l'atto per sollecitare risposte su quale destino attende la società partecipata che gestisce il trasporto pubblico locale, il cui statuto scadrà il prossimo 31 dicembre
Print Friendly, PDF & Email

Una circolare della Tpl Osimo

 

 

Il gruppo consiliare delle Liste civiche di Osimo ha depositato oggi una interrogazione consiliare per conoscere quale destino attende per la Tpl, società partecipata da Osimo Servizi Spa (a sua volta partecipata dal Comune di Osimo), costituita nel 2015 come newco. e sorta dalla scissione del ramo di azienda del trasporto pubblico locale dell’allora Parko. «Le nostre preoccupazioni manifestate nel momento dell’operazione su tale scissione oggi sono realtà – scrive la capogruppo dei movimenti civici, Monica Bordoni – Quale sarà il destino della società Partecipata al 100% del Comune di Osimo la cui scadenza, come riporta lo Statuto stesso , e’ prevista per il prossimo 31 dicembre 2020? Scioglimento , liquidazione o vendita ? chi gestirà’ il servizio del trasporto pubblico locale dal prossimo 1 gennaio 2021 ad Osimo ? Che fine faranno i fondi regionali saranno assorbiti dal Comune o saranno ceduti in caso di vendita? Ma soprattutto quale salvaguardia per i 5 dipendenti in capo alla società? Ad oggi tutto tace, mentre noi delle liste civiche siamo molto preoccupati per il servizio di trasporto alla città, per i dipendenti e le loro famiglie».

Tpl Osimo, Dario Quattrini è il nuovo amministratore

 



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X