facebook rss

Calendari della Croce Gialla:
«Attenzione alle truffe»

ANCONA - Il monito del presidente Caporalini. Ieri mattina, alle Grazie, un millantatore si è spacciato per milite, chiedendo offerte. In realtà, i pagamenti avvengono con i bollettini postali
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della croce gialla di Ancona, Alberto Caporalini

 

Era già accaduto negli anni passati e puntualmente la storia si è ripetuta nella mattinata di ieri  quando una persona dopo aver raccolto dei calendari della Croce Gialla di Ancona non ha trovato di meglio che bussare in alcune abitazioni per consegnare questi calendari e prendersi le offerte. Un raggiro a tutti gli effetti avvenuto nel quartiere delle Grazie. Sull’intera vicenda è intervenuto il presidente della Croce Gialla Alberto Caporalini: «Sono anni che nessun incaricato della Croce Gialla effettua la distribuzione dei nostri calendari presso le abitazioni. I calendari arrivano tramite una sorta di servizio postale peraltro imbustati con tanto di bollettino postale per dare modo agli anconetani di sostenerci. Degli incaricati riconducibili ad una ditta privata effettuano la consegna di questi calendari che vengono conferiti nelle apposite cassette poste all’esterno dei palazzi. Purtroppo qualcuno non trova di meglio che rubare questi calendari per poi mettersi a girare a nome della Croce Gialla. Questa persona che ieri ha suonato in alcune abitazioni delle Grazie indossava una specie di giubbetto senza maniche di colore arancione come quello che si utilizza in caso di guasto della vettura o sostituzione di un pneumatico. L’invito è quello di avvertire le forze dell’ordine nel caso in cui vi trovate di fronte a queste situazioni». Due anni fa in via Scrima un blitz delle Volanti della Questura di Ancona portò al fermo di due persone che dopo aver rubato dei calendari in alcuni palazzi si erano messi a distribuirli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X