facebook rss

Duna di sabbia a Collemarino,
iniziative per la tutela della biodiversità

ANCONA - Verranno presentate sabato mattina dall'assessore all'Ambiente Michele Polenta e dall'associazione Pungitopo
Print Friendly, PDF & Email

Il cartello sulla duna di Palombina

 

Appuntamento sabato 4 settembre 2021 alle 10,30, sulla spiaggia di Collemarino, (all’altezza del sovrappasso in legno in zona centro commerciale) per un evento che vedrà la presenza dell’assessore all’Ambiente Michele Polenta, e delle associazioni ambientaliste per la presentazione dell’iniziativa legata alla tutela della biodiversità della locale duna di sabbia. Durante l’incontro si terrà l’illustrazione delle specie dunali e la presentazione delle iniziative a tutela del mare, sia per i fondali che per le spiagge, in cui si colloca anche il murales di Cibo che si trova a fianco della duna; verrà inoltre effettuata la raccolta rifiuti presenti sulla duna. La duna di Collemarino rappresenta un piccolo scrigno di biodiversità che il Comune, su segnalazione e supporto del “Pungitopo”, sezione Legambiente di Ancona, con l’aiuto di AnconAmbiente, ha voluto segnalare con una cartellonistica informativa sulla spiaggia . Alcuni appassionati hanno infatti notato mesi fa lo sviluppo di una vegetazione tipica dell’habitat di duna alle spalle di un tratto di spiaggia tra Collemarino e Torrette e la loro segnalazione ha fatto sì che si attivasse un percorso di sensibilizzazione al riguardo. Dopo la parte informativa, potrebbe essere attivata anche un’area didattica relativamente agli ecosistemi costieri. «Questa duna oltre ad assolvere la funzione primaria di salvaguardare l’arenile, ci aiuta a propagare un messaggio educativo nei riguardi della tutela dell’ambiente e dell’ecosistema in generale. E’ una occasione anche per tutti gli studenti per approcciarsi allo studio pratico degli ecosistemi» ha affermato l’assessore Polenta. I fattori essenziali per la nascita di una duna sono la sabbia, il vento e la vegetazione. Il vento, nell’accumulare granelli di sabbia fa si che possano comparire le prime piante “pioniere”, che riparando dal vento i vari sedimenti consentono alla duna di aumentare in dimensioni, portando le condizioni adatte alla nascita e crescita di ulteriori piante che, radicando, stabilizzeranno ulteriormente la sabbia. Il tratto di spiaggia con la vegetazione dunale si trova sul lato verso Torrette del ponte in legno di accesso pedonale alla spiaggia libera prima della rotatoria di Palombina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X