facebook rss

Cadavere sopra al rifugio del Fargno:
il morto è Alfio Farabbi

USSITA - La segnalazione è stata fatta da un escursionista intorno alle 9 di questa mattina. Il corpo è stato recuperato intorno alle 14 con l'elicottero. Si tratta del 55enne scomparso a luglio da Perugia. Il fratello ha fatto l'identificazione
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Gianluca Ginella

Trovato a quasi due mesi dalla scomparsa il cadavere di Alfio Farabbi. L’uomo, 55 anni, si era allontanato da Perugia, dove viveva, il 12 luglio scorso. Il 14 luglio era stata trovata la sua auto a Pintura di Bolognola e lì si erano concentrate le ricerche, durate diversi giorni ma senza esito. Questa mattina intorno alle 9 un escursionista ha notato un cadavere in una cresta sopra al rifugio del Fargno, sulle montagne di Ussita, e ha immediatamente avvertito il Soccorso alpino.

farabbi-alfio

Alfio Farabbi

Da quel momento sono partite le manovre per raggiungere il corpo, che si trovava in una zona impervia a poco frequentata dagli escursionisti. Il corpo dell’uomo si trovava dentro un sacco a pelo. I soccorritori sin da subito hanno sospettato che potesse trattarsi di Farabbi ma il fatto che fosse dentro un sacco a pelo e le difficoltà a raggiungere il punto hanno ritardato la possibilità di fare un riconoscimento. È stata comunque avvisata la famiglia di Farabbi del rinvenimento di un corpo e il fratello è subito partito per le Marche. I soccorsi sono stati condotti da Soccorso alpino e vigili del fuoco che hanno attivato l’elicottero, giunto da Pescara. I carabinieri della Compagnia di Camerino si sono occupati degli accertamenti ed è stato avvisato il medico legale. In un primo momento il necroscopo avrebbe dovuto raggiungere il corpo, calandosi con l’elicottero. Ma la difficoltà di raggiungere il punto in cui si trovava il cadavere era tale da sconsigliare questa operazione. Alla fine, intorno alle 14, i resti di Farabbi (il cadavere è irriconoscibile) sono stati sistemati all’interno di un sacco salma che è stato sollevato sull’elicottero. I resti sono poi stati portati all’obitorio di Camerino dove il medico legale li esaminerà per cercare di stabilire le cause della morte. Vicino al corpo è stato trovato uno zaino blu con la scritta Mapei, uguale a quello che aveva il 55enne quando è sparito. Il fratello poi ha riconosciuto il corpo grazie ai vestiti.

(Ultimo aggiornamento alle 15,15)

 

Nessuna traccia di Alfio Farabbi, le ricerche proseguono da 5 giorni

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X