facebook rss

Crac Banca Marche,
assoluzione bis
per il collegio sindacale

IN AULA - Confermato in appello il verdetto emesso nel novembre del 2018 dal gup di Ancona per Franco D’Angelo, Marco Pierluca e Piero Valentini. Tra le accuse: bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza. La procura aveva chiesto per ciascuno una condanna a 7 anni e 6 mesi
Print Friendly, PDF & Email

Corte d’Appello ad Ancona

 

Default Banca Marche, assolti anche in appello i componenti del collegio sindacale. E’ stato confermato questo pomeriggio dalla Corte d’Appello di Ancona il verdetto emesso in abbreviato nel novembre del 2018 dal gup Carlo Masini nei confronti di Franco D’Angelo, Marco Pierluca e Piero Valentini. La procura generale aveva chiesto per ciascuno una condanna a sette anni e mezzo di reclusione. Tra le accuse: bancarotta fraudolenta, falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo alla vigilanza. I tre erano difesi dall’avvocato Salvatore Santagata del foro di Bologna. I componenti del collegio sono stati gli unici a procedere con il rito abbreviato. Tutti gli altri imputati, tredici in tutto (tra cui l’ex dg Massimo Bianconi, ex vertici della banca e della controllata Medioleasing), hanno deciso di affrontare il dibattimento. E’ in atto davanti al collegio penale da ormai due anni. Più di 3mila le parti civili costituitisi, tra ex risparmiatori, obbligazionisti subordinati, azionisti, fondazioni e associazioni di consumatori. L’avvocato Santagata ha espresso «soddisfazione per me e per i miei assistiti, assolti per la seconda volta. Per loro è la fine di un incubo. La sentenza li riabilita professionalmente e moralmente».

Crac Banca Marche, chiesti 7 anni e sei mesi per il collegio sindacale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X