facebook rss

Lavori conclusi in Largo XXIV Maggio:
Berardinelli «Marciapiedi irregolari»,
l’assessore Manarini «Verificheremo»

ANCONA - Il consigliere comunale di FI ha chiesto che con urgenza intervengano i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona mentre nella stessa interrogazione Francesco Rubini (Altra Idea di Città) ha chiesto quanto ancora andranno avanti i lavori, visti i disagi al traffico che questi stanno creando lungo via Vecchini. Intanto da lunedì 3 ottobre inizieranno i lavori per il rifacimento di tutti i marciapiedi di corso Amendola e piazza Don Minzoni
Print Friendly, PDF & Email

Il cantiere di Largo XXIV Maggio (Archivio)

di Antonio Bomba

Marciapiedi irregolari in Largo XXIV Maggio? «Verificheremo». Curioso scambio fatto di domande e risposte durante le interrogazioni poste alla giunta nel consiglio comunale odierno tra il consigliere Daniele Berardinelli (Forza Italia) e l’assessore ai lavori pubblici Paolo Manarini.
Berardinelli ha sostenuto che i marciapiedi di largo XXIV Maggio, appena completati allo sbocco in via Giannelli e in completamento verso via Vecchini, siano irregolari. Secondo Berardinelli «L’articolo 3 del codice della strada ai punti 33 e 45 parlano chiaro. Nei punti di marciapiede ribassato e senza zoccolo, occorrono dei paletti a tutela dei pedoni». La risposta dell’assessore Manarini è stata «Verificheremo quanto da lei detto e casomai interverremo. I lavori devono ancora terminare».

Daniele Berardinelli

La risposta ha lasciato costernato Berardinelli, il quale ha chiesto che con urgenza intervengano i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona tra il Viale e Largo XXIV Maggio «Già terminata stando ai vostri annunci» fino a che tutto non sia a norma di legge «Onde evitare che accadano sinistri stradali e che le responsabilità ricadano su di voi. Sia mai».
Chi avrà ragione? Staremo a vedere.
Nella stessa interrogazione invece Francesco Rubini (Altra Idea di Città) ha chiesto quanto ancora andranno avanti i lavori, visti i disagi al traffico che questi stanno creando lungo via Vecchini. Manarini ha così risposto che una parte dell’opera, che ha costretto alla creazione di una autentica chicane prima di piazza Cavour, terminerà a metà ottobre come da nuove previsioni stilate a settembre. E da quel momento in poi il traffico tornerà regolare. Poi, per la conclusione del resto dei lavori, serviranno 40-45 giorni visto anche che, vuole precisare l’assessore «Si sono utilizzati materiali di ottima qualità che porteranno ad una alta resistenza e durabilità degli stessi a scapito della lunghezza dei tempi di lavorazione. Il tutto per rendere

L’assessore Manarini

Ancona sempre più bella». Infine «Parte stradale e parte pedonale resteranno invariate per larghezza, lunghezza e spazi».
Soddisfatto della risposta Rubini, il quale ha comunque tenuto a rimarcare come, secondo la visione di Aic, siano sempre troppe le auto a cui è consentito il transito nel centro cittadino con tutti i problemi di traffico ed inquinamento che ciò comporta.
E sempre in tema di marciapiedi il Comune rende noto alla cittadinanza che da lunedì 3 ottobre inizieranno i lavori per il rifacimento di tutti i marciapiedi di corso Amendola e piazza Don Minzoni. I lavori si protrarranno fino al 19 maggio 2023. L’opera, specifica l’assessore Manarini «Era necessaria da tempo ed è stata concertata con gli operatori commerciali della zona». La polizia municipale ha già emesso provvedimenti limitativi della sosta nelle aree interessate. Ecco nello specifico cosa cambierà.
Corso Amendola intersezione piazza Don Minzoni: autorizzato lo spostamento del box Igenio dalla sua posizione attuale. Lo stesso verrà sistemato in Corso Amendola davanti al civico 14 (lato Piazza don Minzoni), negli

Francesco Rubini

stalli di sosta riservati ai motocicli, per una lunghezza corrispondete a mq 20. Igenio verrà ricollocato nella sua postazione originaria entro due o tre settimane a partire dall’inizio dei lavori e comunque non appena terminati gli stessi sul tratto di marciapiede di Piazza don Minzoni.
Piazza don Minzoni: viene autorizzata la soppressione della fermata bus presente al fine di realizzare un’area di cantiere. Qualora ritenuto necessario dalla Conerobus, la fermata potrà essere posizionata provvisoriamente (per la durata dei lavori) all’altezza dei civici 24 di corso Amendola.
Via Fazioli nel tratto compreso tra i civici 9 e 13: Divieto di sosta e fermata per una lunghezza corrispondente a 7 stalli di sosta al fine di realizzare un’area di cantiere.
Via Rismondo 10: Divieto di sosta e fermata per una lunghezza corrispondente a 7 stalli di sosta al fine di realizzare un’area di cantiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X