facebook rss

I 130mila euro di incassi dell’autovelox
per rifare i marciapiedi

FALCONARA - I lavori riguarderanno Palombina Vecchia, il centro e Castelferretti. In alcune strade i percorsi saranno creati ex novo. Interventi a partire da mercoledì
Print Friendly, PDF & Email

Via Leopardi

Con gli incassi dell’autovelox, percorsi pedonali in sicurezza per un investimento di circa 130mila euro.
Gli interventi per ristrutturare, e in alcuni casi realizzare ex novo i marciapiedi cittadini, inizieranno il 2 novembre.
I lavori riguarderanno Palombina Vecchia, il centro e Castelferretti.
«In centro – fa sapere il Comune di Falconara – sarà realizzato un nuovo tratto di marciapiede in via Leopardi, sul lato mare, dal civico 31 alle scalette di via Mameli dove saranno oggetto d’intervento anche le aiuole esistenti. Saranno infatti sostituiti i cordoli e verranno messi a dimora tre Lagerstroemia, alberature già presenti nella via. Sempre in via Leopardi, all’altezza del civico 4 -prosegue -, sarà rifatto il marciapiede esistente. Restando in zona centro verrà allargato il marciapiede in via Spagnoli, nel tratto compreso tra via Leopardi e via Italia, lato Ancona».
A Palombina Vecchia «sarà rifatto il marciapiede di via Piemonte, all’altezza del civico 13, mentre in via Emilia sarà riqualificato il tratto tra i civici 6 e 8. Sarà inoltre realizzato un nuovo percorso pedonale in via Palombina Vecchia, all’altezza del parcheggio della scuola Aldo Moro per permettere l’accesso al parco Robinson anche ai

Via Spagnoli

disabili».
A Castelferretti gli interventi proseguiranno con il secondo stralcio del rifacimento del marciapiede di via Bassano del Grappa già oggetto di intervento nel 2021 per l’abbattimento delle barriere architettoniche ed in via Sciesa dove verrà rifatto il marciapiede esistente, sul lato destro.
«Consapevoli dello stato in cui versano molti marciapiedi della città – dice l’assessore Valentina Barchiesi – anche quest’anno abbiamo inserito in programma interventi in diverse zone del territorio proprio per la messa in sicurezza di alcuni tratti molto ammalorati e per trasformare Falconara a misura di tutti. Mi rendo conto che il percorso è ancora molto lungo, ci sono tantissimi chilometri di marciapiedi di 20/30 anni fa molto stretti, con gradini e senza scivoli. Ed è proprio per questo motivo che abbiamo deciso di destinare in questi anni, con costanza, finanziamenti importanti per gli abbattimenti delle barriere architettoniche e per la manutenzione dei marciapiedi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X