facebook rss

Abbandono selvaggio di rifiuti,
l’assessore: “Denunciate con foto e video”

CAMERANO - Costantino Renato chiede ai concittadini di agevolare il compito delle forze dell'ordine, vigilando e segnalando ogni attività di abbandono che viene effettuato sul territorio. Dopo una ricognizione sono stati trovati anche cumuli di sostanze pericolose e scarti con amianto l
giovedì 1 giugno 2017 - Ore 16:10
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Costantino Renato

Abbandono selvaggio di rifiuti sul territorio comunale di Camerano. “Un primo sito sul quale si è intervenuti, è un’area adiacente la Direttissima del Conero, dal quale sono stati ritrovati un gran numero di rifiuti lungo la strada ed in parte abbandonati in mezzo ad alberi e vegetazione – spiega l’assessore Costantino Renato – Nell’area in questione sono stati trovati rifiuti di ogni genere: inerti provenienti da demolizioni edili, plastica, vetro, rottami di vario tipo, materassi, materiali ferrosi, ingranaggi e schede di circuiti elettronici, avanzi di animali macellati, sacchetti contenenti rifiuti indivisi e buste nere piene di rifiuti di qualsiasi tipo. L’operazione di recupero ha richiesto diverse ore di lavoro e diversi viaggi per il trasporto della sozzura”.

Poco distante sono emerse anche le immancabili lastre in amianto, per questa situazione è stato immediatamente allertato l’Ente proprietario dell’area per i provvedimenti del caso. Situazione non migliore è stata quella di ritrovare in aperta campagna abbandoni di copertoni, centinaia di buste contenenti rifiuti di vario tipo, due barche e perfino la carcassa di un rimorchio. “Per una parziale bonifica ci sono voluti diversi giorni di lavoro e la collaborazione di diversi operatori e mezzi specifici – ricorda l’assessore – per entrare nell’area ricoperta completamente dalla vegetazione e prelevare alcuni dei rifiuti presenti. Per gli abbandoni più voluminosi purtroppo sono emerse difficoltà economiche e logistiche, in quanto tale recupero essendo straordinario, risulta costoso e non facile da effettuare, anche a seguito del limite di carico delle 12 tonnellate, imposto da Autostrade, per l’attraversamento del cavalcavia che serve a raggiungere l’area in questione”.

Nella zona industriale di Camerano, poi, è stato rinvenuto, in un cassonetto, materiale di dubbia provenienza. “Si pensa che possa essere rifiuto speciale e forse nocivo, al momento si stanno facendo le verifiche del caso per accertare la tipologia di materia e quindi la probabile provenienza. – conferma Costantino Renato – In diversi altri punti del territorio Comunale sono state abbandonate buste e rifiuti di vario tipo, che in parte si presume siano provenienti da cittadini poco avvezzi ad effettuare la raccolta differenziata o ad usare i normali cestini, dall’altra, da parte di soggetti provenienti da fuori Comune che per un motivo o l’altro deturpano l’ambiente senza palesare alcuno scrupolo”.

L’amministrazione comunale di Camerano ricorda è segno di inciviltà abbandonare i rifiuti, quando è possibile lasciarli direttamente al Centro Ambiente o farseli venire a prendere a casa, senza costi aggiuntivi. “Non ha senso il comportamento di alcune persone che in modo imperturbabile continuano a lordare l’ambiente – rimarca l’assessore – pensando che ci sia qualcuno che poi provvederà a pulire. Si tratta di gesti di inciviltà e mancanza di rispetto per l’ambiente, che offendono tutta la cittadinanza che ha a cuore la salvaguardia del territorio. Oltre alla profonda delusione nel constatare che ancor oggi vi siano soggetti che, con leggerezza, compiono azioni così irresponsabili e dannose per l’ambiente e la salute pubblica, resta l’amarezza che forse non si riuscirà a risalire ai responsabili che andrebbero perseguiti a norma di legge”.

Il problema è che non è possibile accendere la rete della videosorveglianza su tutto il territorio. “Serve piuttosto coscienza civica- insiste Costantino Renato – Vengono effettuati dei sopralluoghi periodici nei luoghi più sensibili e dove vengono frequentemente lasciati i rifiuti ad opera di ignoti, e purtroppo possiamo solamente constatare che il fenomeno continua ad esserci anche se in misura minore rispetto ad alcuni anni fa, dove gli abbandoni spesso venivano effettuati anche in pieno centro abitato. Chiediamo a tutti i cittadini di agevolare il compito delle Forze dell’Ordine, vigilando e denunciando (con foto e video) ogni attività di abbandono che viene effettuato sul territorio: la proprietà pubblica è di tutti e quindi, è responsabilità di ciascuno di noi averne cura”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X