facebook rss

Due pusher arrestati:
sono stati traditi dal
cellulare alla guida

SENIGALLIA – Arrestati un 30enne di Barbara e un 32enne residente a Senigallia con 47 grammi di cocaina. I carabinieri li hanno fermati durante i controlli su strada, perché il conducente era al volante con il telefono
martedì 6 Giugno 2017 - Ore 10:50
Print Friendly, PDF & Email

 

I carabinieri della compagnia di Senigallia hanno arrestato due persone per spaccio. Si tratta di un trentaduenne albanese, residente a Senigallia e un trentenne di Barbara. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati in totale circa 47 grammi di cocaina. I carabinieri del nucleo radiomobile hanno fermato in via Po una Ford Focus con due persone a bordo, perché il conducente, il 30enne di Barbara, stava utilizzando il cellulare mentre era al volante. Al suo fianco l’albanese. Entrambi sono noti alle forze di polizia. In particolare l’italiano, istruttore di scuola guida, era stato arrestato a gennaio dell’anno scorso per violazione alla legge sugli stupefacenti. I due si sono subito innervositi tanto da indurre i militari ad eseguire una perquisizione sul posto. L’ispezione ha fatto rinvenire addosso all’albanese 4 piccoli involucri di cellophane contenenti polvere bianca risultata 7 grammi di cocaina. I carabinieri hanno perciò deciso di estendere le perquisizioni anche alle rispettive abitazioni. In casa dell’albanese sono stati rinvenuti un involucro contenente altri 40 grammi circa di cocaina ed un bilancino elettronico di precisione, mentre a casa dell’italiano una dose di cocaina (circa 1 grammo), un bilancino di precisione, 10 grammi di mannitolo in genere utilizzato per il taglio della cocaina, 99 semi di marijuana e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Al termine delle perquisizioni i due sono stati dichiarati in stato di arresto per concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Entrambi sono stati condotti al carcere di Montacuto, in attesa della convalida dell’arresto da parte della procura.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X