facebook rss

Droga ordinata con lo smartphone:
30enne in manette

FABRIANO - Il giovane, di origine albanese e residente a Matelica, è stato individuato grazie alle conversazioni in chat ritrovate sul telefonino di un 25enne fabrianese arrestato durante le vacanze di Natale 2018. Ora è ristretto nel carcere di Montacuto
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Gli ordinativi di sostanze stupefacenti inviati tramite telefonino incastrano il pusher. Un nuovo arresto per droga è stato eseguito dai carabinieri di Fabriano su ordine di custodia cautelare firmato dal Gip del tribunale di Macerata. A finire in manette è stato J. E., disoccupato 30enne di nazionalità albanese residente a Matelica. I militari erano sulle sue tracce da qualche settimana, ritenendolo soggetto attivo dello spaccio sulla piazza di Fabriano.

Le indagini erano iniziate a dicembre e sono scaturite da un episodio che durante le vacanze di Natale 2018, aveva portato all’arresto di un 25enne fabrianese, sorpreso con 150 grammi di cocaina. Dagli accertamenti tecnici svolti sullo smartphone del fabrianese, i carabinieri hanno acquisito elementi che hanno permesso di aprire un nuovo filone d’indagine.

Sembra che sul cellulare fossero rimaste memorizzate alcune conversazioni in chat tra il 25enne e l’albanese. Un dialogo ‘virtuale’ dove in maniera neanche tanto velata si faceva riferimento a ordini e a partite di droga, alcune delle quali – secondo l’interlocutore fabrianese – poco soddisfacenti per qualità. Gli investigatori hanno approfondito e portando prove alla Procura della Repubblica del Tribunale di Macerata che ha poi chiesto l’arresto del 30enne, ora ristretto nel carcere di Montacuto di Ancona. Non è la prima volte che incappa in guai giudiziari: nel 2013 era rimasto coinvolto in un’altra inchiesta per droga sempre coordinata dai carabinieri di Fabriano.

In auto il rifornimento di droga da smerciare durante le feste di Natale, arrestato spacciatore 25enne

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X