facebook rss

Minaccia di gettarsi
sotto il Freccia Bianca:
salvato dalla polizia

ANCONA - Cordata di soccorsi, ieri sera, per il giovane 32enne che voleva farla finita. Un poliziotto lo ha trovato alla stazione di Ancona, in prossimità di un binario scarsamente illuminato. Lo ha notato grazie alla flebile luce del display del telefono cellulare, in mano allo straniero, ancora in contatto con l’operatore del 112
martedì 5 Marzo 2019 - Ore 15:53
Print Friendly, PDF & Email

Verso le ore 22.30 di ieri ha chiamato il numero di emergenza 112 dichiarando all’operatore di trovarsi alla stazione ferroviaria di Ancona e di avere intenzione di togliersi la vita lanciandosi sotto un treno. Questa la comunicazione fatta da M.S., cittadino extracomunitario di 32 anni, prontamente “girata” agli Agenti della Polizia Ferroviaria in servizio permanente presso la stazione del capoluogo. Fondamentale la conoscenza del territorio e la coordinazione con il personale della squadra di polizia giudiziaria in servizio antiborseggio, che ha consentito di raggiungere rapidamente il potenziale suicida e metterlo in sicurezza. Le ricerche, infatti, si sono subito concentrate nei binari dove, da lì a poco, sarebbero partiti convogli ferroviari, sia del genere viaggiatori che merci. Proprio in prossimità del binario impegnato dalla Freccia Bianca, in una zona scarsamente illuminata, uno degli operatori di polizia ha scorto la flebile luce del display del telefono cellulare, in mano al giovane straniero, ancora in contatto con l’operatore del 112. Subito raggiunto e tratto in salvo è stato poi accompagnato negli uffici della Polfer per essere affidato ai sanitari del servizio 118 e alle cure del caso.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X