facebook rss

Abuso d’alcool e botte ai carabinieri,
rimpatriata una 32enne romena

NEGLI ULTIMI MESI aveva collezionato una serie di denunce per resistenza, leisoni a pubblico ufficiale, porto abusivo d'armi e ubriachezza molesta. A proporre l'allontanamento definitivo sono stati i carabinieri della Tenenza di Falconara, città dove la donna ha più volte lasciato il segno. Non potrà tornare in Italia per i prossimi 5 anni
mercoledì 6 Marzo 2019 - Ore 10:41
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Botte ai carabinieri, abuso d’alcool, disturbo della quiete pubblica: espulsa una 32enne romena. Non potrà tornare in Italia per i prossimi 5 anni. L’allontanamento è stato decretato dal prefetto D’Acunto su proposta dei carabinieri della Tenenza di Falconara. Negli ultimi mesi, la donna si era resa protagonista di vari episodi di violenza in gran parte della provincia dorica. Lo scorso 4 luglio, proprio a Falconara, in una pizzeria in via Marsala, in preda ai fumi dell’alcool, dopo aver scagliato una bottiglia di birra all’indirizzo di alcuni avventori, era stata denunciata per resistenza a pubblico ufficiale, getto pericoloso di cose e minaccia aggravata ai danni di un operatore della Polizia Locale falconarese intervenuto sul posto. Venti giorni dopo era stata arrestata dai carabinieri per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale per essere poi, in seguito all’udienza di convalida, anche colpita dal divieto di ritorno nel Comune di Falconara Marittima (divieto al quale non si attenne in svariate occasioni, collezionando una sfilza di denunce a piede libero per l’inosservanza del provvedimento). Il 25 agosto, in un bar di Ancona, aveva aggredito i militari con graffi e pugni. Era scattato un altro arresto. Il 3 novembre, in un locale di Falconara, si era scagliata contro il barista che non voleva servirle da bere. Lei gli aveva lanciato un posacenere, lui un martello.  La donna finì a Torrette con tre punti di sutura al capo. A febbraio due episodi: uno ad Ancona, in via Colombo, quando aveva aggredito  un tassista in preda ai fumi dell’alcool. L’altro, a Senigallia, in un bar di via delle Marche. In quell’occasione era stata sanzionata per ubriachezza molesta e porto di armi o oggetti atti ad offendere. La settimana scorsa, a Senigallia, in un bar delle Saline, ha scatenato un parapiglia, creando panico tra gli avventori. Questa notte la donna è stata caricata nella notte su un’autovettura dei carabinieri ed accompagnata al Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Ponte Galeria in Roma, luogo dal quale verrà rimpatriata in Romania con il primo charter disponibile. L’allontanamento avrà una durata complessiva di 5 anni e, qualora la donna dovesse rientrare in Italia illegalmente, al primo controllo di polizia verrà nuovamente arrestata – punita con la reclusione fino ad 1 anno – e accompagnata con effetto immediato alla frontiera.

Sputa ai clienti di un bar e aggredisce i carabinieri: 32enne arrestata

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X