facebook rss

Ondata di calore,
malori in città e in spiaggia

METEO - A soffrirne il disagio sono soprattutto gli anziani che da ieri si stanno rivolgendo in numero più consistente anche al pronto soccorso dell’ospedale Osimo-Inrca con i sintomi tipici dello stress da caldo eccessivo. Stamattina in uno stabilimento balnerare di Numana cordata di soccorsi per una turista che è svenuta in riva al mare
Print Friendly, PDF & Email

Un intervento di soccorso sulla spiaggia (foto d’archivio)

 

Malori e svenimenti in città e sulle spiagge. L’ondata di calore che fino a domenica, secondo le previsioni metereologiche della Protezione civile delle Marche, continuerà a gravitare anche su tutta la regione, ha consegnato ad Ancona, Jesi e Fabriano il record delle città più calde e afose della Provincia di Ancona, con gli oltre 30 gradi di temperatura registrati nelle ore centrali della giornata che, visti i tassi di umidità, vengono percepiti con cifre ancora più alte. A soffrirne il disagio sono soprattutto gli anziani che da ieri si stanno rivolgendo in numero più consistente anche al pronto soccorso dell’ospedale Osimo-Inrca con i sintomi tipici dello stress da caldo eccessivo come disidratazione, senso di debolezza, pressione arteriosa bassa e lipotimie. Nella tarda mattinata di oggi invece, in uno stabilimento di Marcelli di Numana, una turista svizzera di Lugano di 41 anni, ha accusato un malore sul bagnasciuga, mentre se ne stava con i piedi nell’acqua del mare per trovare un po’ di refrigerio. La donna, che ha perso all’improvviso conoscenza, cadendo sulla sabbia, è stata soccorsa subito dal bagnino e poi è stata trasferita con l’ambulanza del 118 all’ospedale di Torrette in codice rosso.

Ondata di calore africano: bollino arancione su Ancona, Jesi e Fabriano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X