facebook rss

Dopo gli Ecologisti, anche il Pri
entra in Movimento per le Marche

MARCHE 2020 – I repubblicani portano cinque loro candidati nella civica che sostiene Acquaroli
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo gli Ecologisti, anche il Partito Repubblicano Italiano confluisce in Movimento per le Marche, a sostegno della candidatura di Francesco Acquaroli alla guida della Regione. Questa mattina sono stati presentati i cinque nomi in quota Pri che verranno presentati in lista e si tratta di Alessandro Branchesi, Agostino Brescini, Tiziana Chiarotti e Paola Belardinelli nel collegio di Ancona e Oriana Tirabassi ad Ascoli. «Appoggiamo la coalizione del futuro governatore Acquaroli, portando la nostra tradizione come contributo: uguaglianza, fratellanza, libertà e senso civico – il commento del segretario regionale Luciano Pagliariccio, che liquida così la decisione dei Repubblicani Europei di sostenere invece la corsa del candidato di centrosinistra Maurizio Mangialardi –: altri repubblicani, non all’interno del partito regionale, hanno fatto altre scelte, ma noi siamo coerentemente e correttamente con il centrodestra. Con Movimento per le Marche abbiamo fatto un’alleanza elettorale per portare il nostro contribuo decisivo». La corsa di Acquaroli è ora sostenuta da sei liste, dal momento che Noi con l’Italia, il partito dell’ex ministro Maurizio Lupi, non è riuscito a trovare un numero di nomi sufficiente , appunto, il Pri è confluito in Movimento per le Marche.

 

 

Gli Ecologisti appoggiano Acquaroli, passo indietro di Canino: «Correrò come consigliere»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X