facebook rss

Fabriano, ipotesi consiglio comunale
con premio di maggioranza per la sindaca

COMUNALI - Ecco a chi andranno i 15 seggi di maggioranza. Tra i 9 di minoranza siederanno anche i candidati sindaco Roberto Sorci e Vinicio Arteconi. Telefonate e i messaggi di congratulazioni per Daniela Ghergo che stasera è stata proclamata sindaco dopo la validazione dei verbali. Per domani è atteso il passaggio di consegne in Comune
Print Friendly, PDF & Email

Le proiezioni ufficiose del nuovo consiglio comunale di Fabriano (fonte: portale istituzionale Comune di Fabriano)

 

Si sono conclusi nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 14 giugno, i lavori della commissione elettorale comunale che ha validato i verbali delle elezioni del sindaco e del Consiglio comunale della Città di Fabriano.

Il sindaco Daniela Ghergo

La dottoressa Fernanda Antonia Pasca, presidente della commissione elettora.e ha proclamato ufficialmente sindaco della città di Fabriano Daniela Ghergo. Alle ore 19.30 la proclamazione è avvenuta nella stanza del sindaco, nel palazzo comunale. «Ringrazio tutta la città, le donne e gli uomini che hanno creduto in noi, è un risultato straordinario – sono state le parole del sindaco Ghergo – Arrivare primi in 40 sezioni su 40 vuol dire che tutta la città, indistintamente tra centro e frazioni, ha creduto in noi. Ringrazio la mia coalizione e tutta la mia squadra, dai candidati consigliere a chi ha lavorato in modo meno visibile, insieme abbiamo costruito questo successo che sembrava quasi incredibile, invece abbiamo raggiunto il traguardo addirittura al primo turno. Ricostruiremo la città partendo dai contenuti del nostro programma. Siamo consapevoli che non sarà facile, ma, come abbiamo ribadito in queste lunghe settimane, lavoreremo in modo sempre propositivo per il bene della città». Domani il passaggio di consegne con il sindaco uscente Gabriele Santarelli.

La consegna della fascia tricolore a Daniela Ghergo

Sulla scorta dei risultati che la scorsa notte hanno consegnato la vittoria delle Amministrative 2022 alla candidata della Coalizione Democratica,  è già possibile abbozzare lo schema ipotetico del nuovo consiglio comunale. Stando ai criteri di calcolo del metodo D’Hont, le proiezioni indicherebbero che il sindaco Ghergo entrerà in Consiglio comunale con il premio di maggioranza (15 consiglieri su 24) avendo vinto le elezioni comunali al primo turno. Siederanno sui banchi di maggioranza quindi i 6 consiglieri del Pd con più prefernze, 4 di ‘Progetto Fabriano’, 3 di ‘Fabriano Civica’ e 2 di ‘Rinasci Fabriano’. Sul versante della minoranza invece con Roberto Sorci (che entra di diritto nell’assemblea cittadina come candidato sindaco della ‘Lista 30.001’ insieme al più votato della stessa), ci dovrebbero essere anche 3 eletti di ‘Fabriano C’è’, uno di ‘Amiamo Fabriano’ e uno di ‘Rinascita per Fabriano’. Anche Vinicio Arteconi farà parte di diritto della civica assise come espressione di ‘Fabriano Progressista e probabilmente questa volta con lui entrerà anche un esponente di ‘Nessuno Escluso’, la seconda lista della sua coalizione. Stando ai dati ufficiosi il M5S avrebbe superato lo sbarramento del 3% ma tra scarti  e dividendi non dovrebbe vedersi attribuire alcun seggio.

Clicca per ingrandire l’immagine (fotne: portale web istituzionale Comune di Fabriano)

 

LA CONVOCAZIONE DELLA PRIMA SEDUTA CONSILIARE – Il primo consiglio comunale della nuova legislatura dovrà essere convocato dal sindaco entro dieci giorni dalla sua proclamazione e dovrà tenersi entro dieci giorni dalla convocazione stessa. Il consigliere regionale Chiara Biondi (Lega), in corsa per le Amministrative con la lista ‘Amiamo Fabriano’ a sostegno di Roberto Sorci è la record woman delle preferenze (379) e in veste di consigliere anziano avrà il compito di presiedere la seduta consiliare di insediamento nel corso della quale il nuovo sindaco presterà giuramento e annuncerà la giunta. Al link tutte le PREFERENZE dei candidati al Consiglio comunale.

Il sindaco Daniela Ghergo in fascia tricolore con la presidente della commissione elettorale

 

I MESSAGGI DI CONGRATULAZIONI – Nel frattempo è atteso per domani mattina il passaggio di consegne in Comune tra l’ormai ex sindaco Gabriele Santarelli e la nuova prima cittadina di Fabriano.  Daniela Ghergo ha trascorso questa prima giornata a rispondere a telefonate e messaggi di congratulazioni formulati con fair play anche dagli avversari politici. «1773 volte grazie! Ci siamo lanciati in questa campagna elettorale senza grandi risorse economiche e senza appoggi importanti – ricorda sui social Vinicio Arteconi nel commentare gli esiti dello scrutinio – Ci siamo battuti per ogni voto, casa per casa, strada per strada, nella convinzione che le vere emergenze di Fabriano dovessero essere al centro di queste elezioni: lavoro, salute, nuove e vecchie povertà, l’isolamento delle frazioni.In consiglio comunale saremo voce a chi non ha voce, ai quartieri popolari, alle frazioni, alle persone fragili, a chi vuole difendere il lavoro e a chi il lavoro non ce l’ha. A Daniela Ghergo sindaco, vanno le mie sincere congratulazioni e un grande “in bocca al lupo”. Il mio consiglio a lei è di ascoltare tutte le voci della città: una vittoria chiara e bella come la sua porta grande responsabilità, e servirà l’impegno di tutti per affrontare i problemi più grandi di Fabriano. Faremo un’opposizione concreta e costruttiva per dare subito risposte a chi, in questi anni, ha pagato il prezzo della crisi».

Roberto Sorci

 

Auguri di buon lavoro alla neoeletta sono arrivati anche da Roberto Sorci, ex sindaco per 2 mandati di Fabriano, che per la prima volta si ritroverà all’opposizione e si è detto pronto ad assolvere a questo nuovo ruolo, forte della preparazione che lo contraddistingue. «Fabriano ha un nuovo sindaco a cui faccio gli auguri di buon lavoro, ed è giunto anche il momento dei ringraziamenti da parte mia. – ha scritto Sorci – Vorrei iniziare dai candidati di tutte le liste che mi hanno sostenuto e con i quali ho condiviso tutto il percorso di stesura del programma di questa campagna elettorale. Vorrei ringraziare anche tutti i 4434 cittadini di Fabriano che hanno creduto nel progetto di una coalizione civica trasversale priva di simboli di partito con una sola visione Fabriano. Un doveroso grazie anche alla mia famiglia che, come sempre, mi ha sostenuto e aiutato in questa ennesima sfida. Ora bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare per una opposizione costruttiva e per contrastare il decadimento di questa nostra città».

Gabriele Santarelli

 

«Tanti, tantissimi auguri a Daniela Ghergo che ha saputo con la sua squadra intercettare e solleticare le ambizioni e le speranze dei cittadini. – scrive anche il sindaco uscente Gabriele Santarelli – Un successo oltre ogni previsione che le consegna un mandato forte e chiaro. In bocca al lupo a tutti i neo consiglieri dei quali mi pare di vederne molti nuovi: sarà anche per voi una bella avventura al servizio della città. Ultime belle notizie: sono pronti gli atti per l’affidamento della gestione dello Iat, della Pinacoteca e delle guide per il Museo della Carta. Dovrebbe partire tutto dal 16 giugno. Pronte anche le risorse per il prolungamento dell’orario di apertura della biblioteca. Ci sarà tempo e modo di ringraziare tutti. È stato un onore» chiude nel salutare i concittadini.

Daniela Ghergo con Maurizio Romagnoli e Marco Silvi

 

Anche la Cna attraverso il responsabile sindacale di Fabriano e Area Montana Vasta, Marco Silvi, insieme al presidente Maurizio Romagnoli, ha espresso vive congratulazioni a Daniela Ghergo «per la netta e limpida vittoria ottenuta con ampio consenso. Al di la delle valutazioni strettamente politiche o “di partito” che non ci competono e sulle quali non abbiamo intenzione di entrare, ci tengo però a sottolineare il valore di aver eletto per la “Città della Carta” il primo sindaco donna, un aspetto senza dubbio significativo che va nella giusta direzione e cioè quella di rimarcare con determinazione che le competenze e le capacità non conoscono diversità di genere, tanto nel gestire un’azienda nel ruolo di imprenditrice/ore quando nell’essere a capo di un’amministrazione pubblica». Silvi ricorda di avergià presentato durante la campagna elettorale le principali istanze degli imprenditori chiedendo fin d’ora alla neo eletta di calendarizzare un nuovo confronto.

Valeria Mancinelli

 

«Daniela Ghergo ha vinto al primo turno ed è sindaco di Fabriano. – ricorda invece la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli – Una donna coraggiosa e con valori forti e veri, che sento molto vicina. Venerdi sera ho chiuso con lei la campagna elettorale e si respirava un’aria fresca di impegno civile intenso e credibile che faceva ben sperare. Il voto dei cittadini ha confermato alla grande quello che venerdì sera si sentiva a pelle. Sono strafelice per Fabriano, per le donne e per il futuro della buona politica»

Alberto Losacco

 

«Le Marche premiano il Pd e il campo largo del centrosinistra. A Fabriano c’è la straordinaria vittoria al primo turno di Daniela Ghergo. A Jesi il candidato Sindaco, Lorenzo Fiordelmondo, del Partito Democratico è primo con il 46% dei voti staccando di 10 punti gli avversari. Ballottaggio anche a Civitanova». Dopo l’analisi dei dati elettorali delle Amministrative, il commento improntato alla positività arriva dal commissario regionale del Partito Democratico, Alberto Losacco. «Come liste, il Pd è il primo partito a Jesi, Fabriano e Sant’Elpidio a Mare.- prosegue Losacco – Gli elettori marchigiani stanno premiando un progetto politico chiaro, quello del campo largo, a fronte di un centrodestra che nasconde i suoi simboli, e quando non lo fa resta addirittura fuori dai ballottaggi come per FdI a Jesi. Un progetto politico, il nostro, che dovrà continuare con ancor maggior forza. Allargando e stando uniti possiamo vincere tutti i ballottaggi».

Carlo Ciccioli

 

Sugli esiti del voto e sulla vittoria al primo turno del nuovo sindaco di Fabriano, Daniela Ghergo, è invece scettico il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli.«Il sistema Fabriano ha manifestato la sua forza, riuscendo a far eleggere a sindaco Daniela Ghergo, alla quale auguriamo buon lavoro, chiaramente referente di quel “sistema” che nella città della carta è ancora ben presente. Ma sono certo che l’appuntamento con la vittoria è solo rinviato di qualche anno». Ciccioli sottolinea anche come «una campagna elettorale che ha fatto registrare il tentativo generoso di Roberto Sorci, alla fine dei conti inutile, che abbiamo sposato con un gesto di rinuncia al simbolo per il bene comune. Inutile anche questo. Anzi, probabilmente con il senno di poi avremmo, tutti, potuto fare un discorso politico maggiormente incisivo. La storia non si fa con i se e con i ma, quindi voltiamo pagina, forti del risultato di Fratelli d’Italia a livello nazionale e regionale che ci conforta e ci spinge a intensificare il lavoro».

(ultimo aggiornamento alle ore 21)



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X