facebook rss

‘Se Giasone fosse rimasto single’,
la lezione-spettacolo di Cesare Catà

EVENTI - Il monologo andrà in scena il 4 luglio all'area archeologica Teatro La Fenice di Senigallia nell'ambito del cartellone di Tau. Il 5 nell'area I Pini di Sirolo il programma prosegue con 'La morte di Penelope' di e con Francesca Berardi e Filippo Mantoni
Print Friendly, PDF & Email

Cesare Catà

 

Proseguono a Senigallia gli appuntamenti del Tau Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico giunta alla ventiquattresima edizione che in una coniugazione funzionale e gradevole di beni e attività culturali offre l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso su iniziativa di Regione Marche, Amat, MiC e i Comuni del territorio. All’area archeologica Teatro La Fenice il Tau torna e incrociare il suo percorso con Collettivo Collegamenti per CollegaMenti Festival ospitando lunedì 4 luglio ‘Se Giasone fosse rimasto single’, lezione-spettacolo di Cesare Catà in cui si mescolano i linguaggi della filosofia e della stand-up comedy, dando vita a un anomalo monologo nel quale la storia di Medea, di Giasone e degli Argonauti è narrata con costanti riferimenti all’universo delle relazioni amorose nel mondo contemporaneo. Lo storytelling dell’epica antica si interseca con le contraddizioni del mondo moderno, alternando registri e idiomi differenti. Gli spettatori sono invitati a un viaggio mirabolante come quello degli Argonauti, in un percorso che ricerca i significati simbolici nascosti dei testi classici, tra ironia e indagine filosofica.

Martedì 5 luglio l’appuntamento è con ‘La morte di Penelope’ di e con Francesca Berardi e Filippo Mantoni, dall’omonimo testo di Maria Grazia Ciani. Sul filo sottile del non detto, delle attese, di emozioni soffocate, di sguardi interrotti e di ricerca di un temuto quanto agognato contatto si muovono i due personaggi di questa storia: Penelope e Antinoo. Entrambi impenetrabili, agli estremi di una tela che incessantemente unisce e separa. In un reticolato di silenzi, di impronunciabili pensieri, di assordanti doveri morali, di desiderato abbandono irrompono sonorità sensuali che spalancano infiniti mondi possibili. Le musiche dello spettacolo – che sarà in scena il 15 luglio anche all’Area Archeologica I Pini di Sirolo – sono di Simone Bellezze, i costumi di Stefania Cempini, la produzione del Collettivo Collegamenti.

Il Tau non è solo una ampissima rassegna di spettacoli ma ad arricchire la proposta per il pubblico tornano gli AperiTau. Passeggiate di storia. Il 4 e 5 luglio, dalle ore 18 nel foyer del Teatro La Fenice di Senigallia Aperitivo in musica a cura di Collettivo Collegamenti. Biglietto per gli spettacoli 10 euro, prenotazioni presso Associazione Collegamenti 347 9237933. Inizio spettacoli ore 21.15. Programma completo del Tau su www.amatmarche.net.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X