facebook rss

Il vaccino costa 160 €,
Berardinelli accusa la Regione

LA DENUNCIA – Il consigliere Fi attacca: “Il ministro Lorenzin ha annunciato la gratuità per le vaccinazioni anti meningococo B, rotavirus e papilloma, ma le famiglie pagano 83 € a prestazione. Perché le Marche non hanno fatto come Basilicata, Puglia, Veneto e altre regioni italiane?”
domenica 22 Gennaio 2017 - Ore 11:47
Print Friendly, PDF & Email

Ospedali Riuniti Ancona

Il capogruppo Fi Daniele Berardinelli denuncia il caso dei vaccini a pagamento. Due richiami da 83 euro l’uno, il conto presentato alle famiglie dei bambini vaccinati è perciò di 166 euro. “Ma come, non dovevano essere gratuiti?” si chiede Berardinelli. “Dopo i comunicati stampa e le interviste su tutte le televisioni nazionali del Ministro della Salute Lorenzin che annunciava trionfante l’approvazione del Decreto sull’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) che avrebbe comportato che alcune prestazioni prima totalmente a carico dei cittadini sarebbero state ora gratuite, in particolare tutto ciò che riguarda meningococco B, rotavirus e papilloma virus, non si sarebbero mai aspettati di vedersi chiedere dall’operatrice degli ambulatori al Crass ben 83 euro per la vaccinazione” scrive il capogruppo di Forza Italia. “Tra l’altro essendo una vaccinazione da farsi in due momenti separati, la cifra da pagare supererà i 160 euro, una cifra molto elevata in caso di un paio di figli in una famiglia non agiata. Dispiace inoltre la giustificazione addotta dall’operatrice dell’ospedale e cioè la difficoltà economica della sanità regionale, per cui la Regione non avrebbe aderito alla gratuità della vaccinazione, visto che era già gratuita in tante regioni come Basilicata, Puglia, Veneto, Toscana, Liguria, o Sicilia. Invito Busilacchi che tanto si è impegnato per sensibilizzare la cittadinanza alla prevenzione tramite vaccinazione, a fare chiarezza e a garantire immediatamente anche per i cittadini marchigiani la gratuità del servizio” conclude Berardinelli, chiamando in causa il capogruppo in Regione del Pd Gianluca Busilacchi, primo firmatario della proposta di legge regionale per rendere obbligatori i vaccini per i bambini.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X