facebook rss

Armi in pugno, picchiano
la direttrice dell’ufficio postale:
rapina da incubo ad Arcevia

ARCEVIA - Bottino da 40 mila euro nel colpo a Piticchio. Nella rapina è rimasta ferita la direttrice delle Poste, ora all’ospedale di Senigallia con una prognosi di 20 giorni.
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri all’ufficio postale di Piticchio dopo la rapina

di Sara Bonfili

Rapinano l’ufficio postale e picchiano la direttrice per ottenere il bottino, sotto la minaccia di coltello e pistola. La sequenza da far gelare il sangue è accaduta stamattina intorno alle 9.20 a Piticchio di Arcevia. Due uomini, incappucciati, che hanno fatto irruzione nel piccolo ufficio postale dove era presente una sola dipendente, la direttrice dell’ufficio. La donna, minacciata dai due, uno armato di pistola, l’altro con un coltello, è stata malmenata e costretta a consegnare i contanti. Il valore della rapina è di circa 40 mila euro. I carabinieri della stazione di Arcevia e della compagnia di Fabriano, che sono intervenuti, stanno indagando. Dal sopralluogo non sarebbero state rilevate impronte digitali, gli uomini con tutta probabilità indossavano guanti. Sentiti almeno tre testimoni, i carabinieri rivelano che i due uomini sono stati visti scappare a piedi, correre fino a scomparire dietro un palazzo che creava un angolo dalla visuale cieca. Un uomo che vive in quella via ha raccontato di aver sentito un rombo di un motore. Un altro testimone avrebbe visto più o meno nello stesso momento un’auto insolita per la zona, che potrebbe essere quella con cui i rapinatori sono scappati. Gli uomini sono ora ricercati. La donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Senigallia dal personale medico del 118. La prognosi per i colpi ricevuti durante l’aggressione sarebbe sarebbe di una ventina di giorni. Il piccolo centro in provincia di Ancona è sotto choc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X