facebook rss

Coppia in overdose dentro l’auto:
task force di soccorsi per salvarla

CASTELFIDARDO - I due 30enni osimani, privi di sensi, sono stati notati stamattina davanti all'edicola di via IV Novembre a Castelfidardo da alcuni passanti che hanno pensato al peggio. Poco dopo sul posto sono arrivati 118, polizia locale, carabinieri e vigili del fuoco. I militari hanno già avviato le indagini alla ricerca del pusher che ha fornito le dosi di eroina
martedì 9 ottobre 2018 - Ore 19:43
Print Friendly, PDF & Email

Un’ambulanza della Croce Verde di Castelfidardo

Due giovani, un uomo e una donna chiusi in auto, davanti all’edicola-tabaccheria di via IV Novembre a Castelfidardo. I passanti li notano, la coppia è priva di sensi e sembra persino non respirare. C’è il timore che il ragazzo e la ragazza, due osimani con problemi di droga alla spalle, possano essere deceduti, vittime di quella che sembra un’overdose di eroina. Arrivano diverse segnalazioni ai centralini delle forze dell’ordine che sollecitano un intervento di soccorso urgente sul posto. Verso le 11.30 di stamattina, temendo il peggio, in pochi minuti confluiscono lungo il viale che corre verso il centro di Castelfidardo l’automedica del 118 e l’ambulanza della Croce Verde, le pattuglie della Polizia locale di Castelfidardo e dei carabinieri dello locale stazione, una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di San Sabino di Osimo, pronti ad intervenire nell’eventualità che non si riesca ad aprire uno sportello del mezzo. Alla fine, però, i sanitari, grazie alla collaborazione della ragazza più reattiva, sono riusciti a farsi aprire un finestrino e poi lo sportello della vettura per portare i soccorsi. I due 30enni, ormai fuori pericolo, sono stati poi trasferiti all’ospedale di Osimo per accertamenti. I carabinieri di Castelfidardo hanno già avviato le indagini per risalire al pusher che ha ceduto le dosi di sostanza stupefacente. Appena due settimane fa un tossicodipendente osimano di 45 anni era stato salvato da un’overdose di eroina dagli operatori del 118 grazie alla segnalazione di un passante sotto il loggiato dei giardini dell’ex Foro Boario di Osimo.

Ancora un’overdose in piazza d’Armi: 40enne salvata in extremis

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X